Totti saluta San Siro, Spalletti: “Non ritirate la 10”

Totti saluta San Siro, Spalletti: “Non ritirate la 10”

Il capitano della Roma, dopo 25 anni, potrebbe non scendere più in campo al Meazza. Il match con il Milan ha così doppia valenza per lui: lasciare un segno sul terreno di gioco e regalare ai tifosi il secondo posto, legato imprescindibilmente anche alla vittoria coi rossoneri.

MILANO -La Roma a San Siro avrà un unico obiettivo: vincere. Il Napoli le ha rubato, almeno per una notte, il secondo posto, e la prossima settimana all’Olimpico arriverà la Juve che vuole vincere il sesto scudetto di fila. Ma Totti sa che domani, a Milano, deve lasciare il segno: dopo 25 anni potrebbe salutare il campo del Meazza. Prendersi “l’altro scudetto”, ossia quello del secondo posto che”è come vincere il campionato perché la Juve ha dimostrato che non si può mettere mano al primo”, sarebbe il saluto migliore. Ma a Spalletti, che intanto prova a convincersi che “il terzo posto non sarebbe un fallimento“, non restano alternative per non deludere la piazza.

Ma anche a Milano le motivazioni sono forti: Montella non vuole cedere il posto alle avversarie, il Milan vuole l’Europa.

Intanto però a Milano le voci di mercato disturbano Deulofeu…

 

 

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy