Quanti dubbi sul closing, Galliani ci scherza e spunta il mese di proroga

Quanti dubbi sul closing, Galliani ci scherza e spunta il mese di proroga

Count down fino al 13, ma le nubi aumentano

MILANO – Manca ogni giorno di meno a questo benedetto closing che ci tiene sulle spine da diversi mesi. Rinvii, slittamenti, ma alla fine tutto è sempre proceduto fino ad oggi quando ormai i giorni che mancano sono pochissimi. Dalla firma del preliminare la cordata cinese ha sempre avuto una puntualità ineccepibile, tranne ora che si tratta di ottenere le autorizzazioni statali. Secondo la Gazzetta dello Sport, i dubbi sono tanti. Li Yonghong, che non è un imprenditore noto in Cina, la mancata conoscenza dei nomi degli investitori e infine la questione che si tratti di un fondo d’investimento. Berlusconi in questi giorni, secondo fonti a lui vicine, ripeterebbe: “Perché devo vendere?”. Segni che in caso di marcia indietro di certo non sarebbe triste. Anche Galliani sembra rinato. In Lega si è lasciato scappare qualche battuta sul closing, segno che poi così certo non lo è di dire addio. Secondo La Stampa, i cinesi potrebbero chiedere un altro mese in cambio della rinegozziazione degli accordi economici. Così Berlusconi guadagnerebbe qualcosa in più e loro non perderebbero i 100 milioni già versati. Intanto Antonini vuole tornare in rossonero…

IlMilanista.i

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy