Antonini: “Voglio tornare ed allenare il Milan”

Antonini: “Voglio tornare ed allenare il Milan”

L’ex rossonero: “Ricordo più bello? La partita di Champions con il Barcellona nel 2011/12”

MILANO – Luca Antonini, ex rossonero, ha parlato a Tuttosport: “Non è stato un fulmine a ciel sereno, era da tempo che ci stavo pensando. Diciamo dal 2015, dopo i sei mesi fuori rosa nel Genoa che mi hanno tolto la voglia di giocare. Ho cercato stimoli particolari per andare avanti e per questo ho scelto i progetti di Ascoli e Prato. Ma alla lunga mi stavo prendendo in giro.  Non mi lamento della mia carriera, ma di sicuro poteva andare meglio se ci fosse stata maggiore fiducia nei miei confronti. Cresciuto nel settore giovanile del Milan? Non mi sono mai considerato un Maldini, ma ho sempre dato il cuore e l’anima per il club rossonero. Immagini che mi porto con me? La vittoria al torneo di Viareggio nel 2001 con un mio gol nella finale, poi lo scudetto del 2011 e infine il mio unico gol in prima squadra a San Siro contro la Juventus. Miglior partita? Non lo so, ma non posso dimenticare il quarto di finale di Champions contro il Barcellona nella stagione ’11-12, quando fui scelto dalla Uefa come uomo partita. Salvai due gol stoppando prima Sanchez e poi Tello. Sorpeso per Milan ed Empoli? Sì, in maniera opposta. L’Empoli sta pagando alcune cessioni, in particolare quelle di Paredes e Zielinski. Il Milan invece mi piace, Montella ha capito da dove ripartire dopo anni difficili e ha costruito una squadra con uno spirito da provinciale, nel senso positivo del termine. Mi ricorda la Juve che nel ’07-08 risalì dalla B e con giovani e veterani conquistò la Champions. Milan in Champions? Lo spero, perché dopo 25 anni mi piacerebbe tornare un’altra volta a casa. Ho il patentino Uefa B che mi permetterà da luglio di allenare nel settore giovanile del Prato. Da adesso fino a giugno sarò il collaboratore tecnico del responsabile Vincenzo Esposito, poi mi misurerò in panchina. Da settembre mi iscriverò al corso a Coverciano e chissà che un domani non possa tornare a difendere i colori rossoneri”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy