Il closing rovina il mercato. Partenze, Badelj e nessun big

Il closing rovina il mercato. Partenze, Badelj e nessun big

Solo la partenza di Bacca può portare a un grande colpo

MILANO – Manca l’ufficialità, ma con ogni probabilità Adriano Galliani avrà l’occasione per dare il meglio di sé in quella che sarà la sua ultima sessione di mercato. I cinesi avevano promesso 100 milioni di euro per il mercato, come ha sottolineato ieri il piccolo azionista Giuseppe La Scala, soldi che però non sono ancora arrivati nelle casse rossonere e che, nonostante le dichiarazioni, difficilmente arriveranno. Si prospetta dunque un mercato concordato tra le parti. Difficilmente ci saranno grandi colpi. Nonostante le rassicurazioni sulla solidità di Sino Europe le spese sarebbero ancora una volta di Fininvest, che ormai da tempo ha rinunciato ad investire per rinforzare il Milan. Le operazioni saranno prevalentemente in uscita, con Luiz Adriano, Ely, Honda e Gabriel pronti a cercare altre avventure. Operazioni difficilmente redditizie e i pochi soldi ricavati potrebbero essere investiti su Badelj, ormai inseguito da mesi. Non basteranno invece per l’assalto a un big come Musacchio o Rodrigo Caio, mentre rimarrebbero aperte le operazioni in prestito come quelle di Sakho o di Fabregas. Attenzione però all’incognita Bacca. Il colombiano sembra ormai superato nelle gerarchie da Lapadula e potrebbe, nonostante le dichiarazioni d’amore a tinte rossonere, chiedere di partire. Il Milan è sempre stato d’accordo, ma bisogna trovare qualcuno disposto  a spendere 30 milioni di euro. Solo questi soldi permetterebbero di arrivare a un big. Intanto c’è la proroga sul closing…

LEGGI ANCHE ARSENAL, ASSALTO A NIANG

LEGGI ANCHE SOSA TITOLARE

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy