Cessione, la trattativa rischia di saltare: Berlusconi non è convinto di lasciare

Cessione, la trattativa rischia di saltare: Berlusconi non è convinto di lasciare

Il patron rossonero rilanciare il club con le sue sole forze

MILANO – La fumata bianca per la cessione del Milan ai cinesi non è così vicina. Silvio Berlusconi sembra stia meditando un clamoroso dietrofront, spinto dall’idea di rilanciare il club con le sue sole forze. A riferirlo è l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, che sottolinea come le ultime dichiarazioni del patron rossonero hanno fatto temere un caso diplomatico con i compratori asiatici, i quali anche ieri hanno fatto sapere che non esistono problemi. La scadenza del 15 giugno si avvicina, ma le parti non hanno escluso anche un prolungamento della trattativa in esclusiva fino al 20. La partita è ancora aperta e la prossima settimana sarà decisiva per capire che peso dare davvero ai tentennamenti del presidente, che pare abbia chiesto di rimanere per tre anni come presidente onorario: i cinesi, invece, gliene concederebbero al massimo due.

ilmilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy