Il Milan torna alle Origi..ni: è sempre lo stesso Firmino dell’orrore

Il Milan torna alle Origi..ni: è sempre lo stesso Firmino dell’orrore

Origi e Firmino mandano il Diavolo all’inferno

MILANO – Secondo appuntamento per il Milan di Montella dopo la vittoria contro il Bayern Monaco ora il Diavolo è all’esame d’inglese contro il Liverpool di Jurgen Klopp per una sfida da Champions. Il mister si affida al solito 4-3-3 con Vergara al centro della difesa insieme a Romagnoli. In mediana il gioiellino Zanellato si mette a centrocampo, mentre in avanti Luiz Adriano è il terminale offensivo con Suso e Niang ai suoi lati.

FASCE – Il Liverpool spinge molto sulle corsie laterali, soprattutto nella prima parte del primo tempo, ma sia Antonelli che Abate riescono a limitare il raggio di azione di Lallana e Sturridge che risultano essere degli avversari molto scomodi. L’occasione più ghiotta capita sui piedi di Manè: bravissimo Gabriel a negargli la gioia della rete.

BERTOLACCI OUT – Montella è costretto a fare subito un cambio intorno alla mezz’ora di gioco Bertolacci alza bandiera bianca, molto probabilmente per un problema alla coscia destra al suo posto entra Kucka.

SBUFFO MILAN – Montella era preoccupato e sbuffa in panchina: il suo Milan arretra troppo e subisce la rete del vantaggio: errore di Vergara, Origi stoppa il pallone rientra su Paletta e fulmina Gabriel con un destro a giro sul palo lungo. Il Milan prova a reagire con Niang che avrebbe due occasioni a stretto giro di posta: una la manda alta di testa e l’altra va a sbattere sul fortino che Klopp ha messo davanti a Mignolet. La velocità incontenibile sulle fasce manda ai matti Paletta che si fa prendere in velocità da Ojo che serve a Firmino il comodo pallone per il 2 a 0. Klopp ha vinto la partita sugli esterni dove la squadra rossonera ha faticato molto. C’è tanto da lavorare per questo Milan dove Montella non può che affidarsi a Santa Clara, invocando un aiuto dal mercato praticamente immobile. Intanto il mercato entra nel vivo >>> CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy