Galliani: “Donnarumma sarà l’erede di Buffon. Locatelli mi ha ricordato Rivera…”

Galliani: “Donnarumma sarà l’erede di Buffon. Locatelli mi ha ricordato Rivera…”

Le parole dell’amministratore delegato rossonero

MILANO – In un’intervista rilasciata a Tiki Taka, l’amministratore delegato rossonero Adriano Galliani ha parlato così dell’inizio positivo del Milan in campionato. “Più che aspettarmelo ci speravo. L’anno scorso sfidavo le ire di tutti i giornalisti perché continuavo a dire che la nostra rosa era superiore alla classifica che avevamo”. Poi su Locatelli: “La prima cosa che mi è venuta in mente è una similitudine con Rivera che nel ’61 segnò alla Juve a 18 anni così come Locatelli. Auguro a Manuel di ripercorrere quella carriera”. Infine su Donnarumma: “Credo che sarà l’erede di Buffon in Nazionale anche se Buffon è ancora un grandissimo portiere. Mi auguro e sono convinto che sarà un giocatore del Milan ancora per molti anni”. Poi prosegue. “Un Milan tutto italiano? E’ un’idea che ci è venuta quando abbiamo capito che il confronto con i fatturati degli altri top club non era più sostenibile. Se volevamo ritornare grandi, l’unico modo per farlo era quello dei giovani e abbiamo iniziato quello che si sta vedendo. Oggi, purtroppo, giocatori da 100 milioni non possono più essere comprati da club italiani”.

TIFOSI E IL PASSAGGIO DI PROPRIETà – “E’ chiaro ed evidente che il tifoso vuole veder vincere la propria squadra. Se il Milan non fosse stato secondo, non avresti fatto il sold out. Questa sfida è tornata all’antico fascino che ha riportato a San Siro questo pubblico straordinario. Non ci penso. Il mio sogno è il Milan e continuerò ad andare avanti fino all’ultimo giorno. Io non penso al closing, penso al Genoa, al Pescara, al Palermo e all’Inter. Tutto il resto è dopo. Tutte le mie energie psico-fisiche sono concentrate sul Milan e quel tiro di Locatelli ha realizzato un sogno”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy