FOCUS – Ma dove ha sbagliato Mihajlovic?

FOCUS – Ma dove ha sbagliato Mihajlovic?

Analisi della stagione del tecnico serbo

Mihajlovic

MILANO – Forse è la domanda che si fanno un po’ tutti i tifosi rossoneri ma non solo. Tutti i calciofili se lo chiedono. Ma dove ha sbagliato Mihajlovic? Berlusconi gli fa la “guerra” da novembre, quando i risultati tardavano ad arrivare, e l’Inter invece era ai vertici della classifica. Il presidente rossonero lo avrebbe esonerato già da un pezzo se di mezzo non ci fosse stata la Coppa Italia. Un cammino in discesa nella parte destra del tabellone, che forse però è riuscito giustamente a salvargli la panchina. In fondo il tecnico serbo lo merita. Nonostante tutto, non ha mai mollato, ha proseguito sulla sua strada. Mai una parola fuori posto, mai un cenno di reazione, e i numeri sono dalla sua parte. In fondo l’obiettivo era tornare in Europa, zona dove il Milan risiede stabilmente e inoltre i rossoneri potrebbero giocarsi due trofei nei prossimi mesi. I punti in campionato sono di più rispetto alle precedenti gestioni Seedorf e Inzaghi, e forse con un Menez e un Niang in più in questa parte di stagione, il distacco sarebbe ancora più ampio, e la zona Champions ancora raggiungibile. La cosa che più fa sorridere, è il fatto che lo stesso Berlusconi, avesse personalmente scelto Mihajlovic quest’estate, snobbando Sarri, considerato non all’altezza di una panchina prestigiosa come quella rossonera, salvo poi rinnegarlo.

Se c’è una cosa che si può rimproverare a Mihajlovic, è forse quella di non essersi imposto durante la sessione invernale di gennaio. La società ha chiuso fin da subito le porte ai rinforzi, e si è dedicata soltanto allo smaltimento della rosa. Una scelta sicuramente sbagliata, visto che l’arrivo del solo Boateng, si sapeva non avrebbe di certo fatto fare il salto di qualità ad una squadra costruita male e con poche idee. Alla fine il tecnico serbo ha dovuto cedere, a fine stagione lascerà la panchina rossonera, anche se il patron ha riaperto il discorso rinviando il tutto ad una vittoria della Coppa Italia. Le speranze sono comunque appese ad un filo, e probabilmente sarà lo stesso Mihajlovic a mettere la parola fine a quest’avventura. Lui sicuramente una panchina la troverà, le squadre in cerca di allenatore sono tante, quelle che lo vogliono alla propria guida altrettante. Il problema sarà invece chi siederà su quella del Milan. Per l’ennesimo anno si ricomincerà da capo, senza un’idea precisa, da Brocchi o Di Francesco, o forse da Donadoni, con la speranza però che affiori la consapevolezza che senza continuità, non si può tornare grandi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy