Berlusconi: “I cinesi mi vorrebbero cacciare, io voglio restare almeno altri 3 anni”

Berlusconi: “I cinesi mi vorrebbero cacciare, io voglio restare almeno altri 3 anni”

Berlusconi: “I cinesi mi vorrebbero cacciare, io voglio restare almeno altri 3 anni”

MILANO – Sono giorni cruciali quelli che attendono il Milan in questa fine di maggio e per l’inizio di giugno. Berlusconi infatti, dovrà decidere se cedere o meno la società ai cinesi rappresentati da Sal Galatioto. Il presidente rossonero ha svelato come riportato da Tuttosport, alcuni retroscena sulla trattativa. “Ho voluto fa mettere nella trattativa con i cinesi l’obbligo di restare presidente per almeno tre anni, ma è un obbligo mio perché loro mi vorrebbero cacciare. Il Milan lo vendiamo perché vogliamo farlo più grande. Voglio dare la società a chi abbia tante ambizioni e voglia riportarlo a essere protagonista. E cerco un partner che disponga dei fondi necessari”.

In attesa di capire cosa succederà sul fronte societario, in bilico rimane anche la situazione di Cristian Brocchi. L’attuale tecnico rossonero non ha di certo convinto, ma in finale di Coppa Italia ha dato segnali positivi. Berlusconi ne parla positivamente, e non esclude una sua conferma. “Brocchi? Vediamo come procede la storia della vendita. Io ero convinto di aver fatto bene a metterlo in panchina e che lui avesse bisogno di un po’ di tempo e a Roma, nonostante la sconfitta, mi ha dato una buona risposta. Con la Juve abbiamo giocato bene e Brocchi lo stimo come una persona seria e capace”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy