Balotelli: “Liverpool e Milan non erano gli ambienti ideali”

Balotelli: “Liverpool e Milan non erano gli ambienti ideali”

L’attaccante del Nizza, intervistato da Sky, parla del suo passato con la maglia dei rossoneri e di un possibile ritorno in azzurro: “Nazionale? La prossima volta voglio esserci”.

Milano – Mario Balotelli, oggi ospite della Ferrari alla Scuderia di Maranello, è stato intervistato da Sky Sport 24 e ha parlato del suo passato rossonero: “Gli ultimi due anni al Liverpool e al Milan non erano gli ambienti ideali. Errori di Mario a livello tecnico, comportamentale non ci sono stati. Colpa degli infortuni. E’ Dio che lo fa e non posso farci nulla. Mi sono trovato in due posti dove non mi sono trovato bene. Il Milan? Il problema è l’organizzazione. Io penso che c’è una persona che è fenomenale e questo è Adriano Galliani, il resto è confusione. L’addio di Galliani? Pensa quanto è in confusione il Milan. Klopp? Non mi conosce e io non lo conosco. Sono stato al Liverpool un mese e mezzo e ci ho parlato una volta. Mi ha detto: ‘Per me puoi rimanere, ma non sei la prima scelta. Per me è meglio se vai da qualche parte. Giochi e fai bene e poi per me puoi tornare. Perché come giocatore ti voglio’. Io allora ho detto ‘grazie arrivederci non ci vediamo più. All’inizio quando stavo pensando di andare al Nizza ci sarei andato solo per il clima e per la posizione. E’ una città fantastica, sul mare e volevo un posto tranquillo ma bello. Dove non ti puoi svegliare con il piede sbagliato. Sembra una stupidata ma non è così per me. E’ stato un motivo in più, non il primo. Siamo un gruppo giovane, tanti coetanei e giochiamo un calcio bello. Nazionale? Giusto non essere convocato, non me lo meritavo in passato. Adesso penso che voglio essere convocato dalla prossima volta così posso essere davvero al top”. Intanto Conte propone uno scambio di mercato al Milan… 

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy