Ancelotti: “Quando arrivai al Milan a metà stagione fu davvero difficile”

Ancelotti: “Quando arrivai al Milan a metà stagione fu davvero difficile”

L’allenatore di Reggiolo ha parlato delle sue scelte e del futuro al Bayern

Milano – Carlo Ancelotti, in un’intervista all’Equipe, ha parlato sia del passato che del futuro. Riguardo al suo anno sabbatico che ha deciso di prendersi, ha detto: “Il calcio non mi è mancato perché ho ​​visto molte partite in TV. Ho vissuto a Vancouver con mia moglie. Pescavo, andavo a correre, andavo al parco. (Fa una pausa.) Non al Parc des Princes, eh? (Ride.) Mi sono rilassato. E’ stato un ottimo momento per riposarsi un po’. Ho avuto la possibilità di tornare al Milan durante la scorsa stagione, ma dovevo stare un po’ fermo. In questo modo mi sono potuto operare alla cervicale.” L’ex rossonero poi parla delle volte che si è ritrovato a subentrare a qualcuno a stagione iniziata: “Penso che ogni volta che sono arrivato durante la stagione, a febbraio alla Juventus, a novembre a Milano e a gennaio a Parigi, è stato molto, molto difficile. Perché non si ha il tempo per cambiare la mentalità della squadra, di imporre la propria idea. Le partite sono molto vicine e non si può portare grande innovazione. E’ meglio quando si parte dall’estate.” Ancelotti ha concluso dicendo che il suo obiettivo con il Bayern è arrivare in semifinale di Champions, e da lì si vedrà. Intanto ieri Balotelli ha esultato in maniera piuttosto strana…

ilMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy