PAGELLE – Sempre Bacca, la sorpresa è Honda. Bene la difesa, Miha è salvo

PAGELLE – Sempre Bacca, la sorpresa è Honda. Bene la difesa, Miha è salvo

Il Milan batte 2-0 la Fiorentina grazie a Bacca e Boateng. Bene la difesa rossonera che non subisce gol, Mihajlovic la vince con merito e salva la panchina

Honda

Il Milan trova la prima vittoria stagionale contro una grande e batte meritatamente la Fiorentina 2-0 grazie a Carlos Bacca e Kevin Prince Boateng. Proprio Bacca è il migliore dei suoi, il suo gol è una perla di rara bellezza che decide la sfida. Bene anche la difesa e soprattutto gli esterni offensivi, con la sorpresa Honda e l’ennesima conferma di Bonaventura, questa volta davanti agli occhi attenti di Antonio Conte

DONNARUMMA 6.5 – Il prototipo del portiere moderno. Dà una mano alla difesa nel coprire la profondità, non viene chiamato a grandi interventi ma è bravo nelle uscite alte.

ABATE 6.5 – Solo quattro mesi fa il suo spauracchio Marcos Alonso demoliva la fascia sinistra di San Siro contro l’Inter. Questa sera Abate tiene costantemente la posizione e controlla bene la sua fascia, rischiando pochissimo per tutta la partita

ALEX 6.5 – Una delle migliori uscite del centrale brasiliano. Controlla bene Kalinic sia nello stretto che sulla profondità, appare anche più in forma da un punto di vista fisico rispetto ai mesi precedenti. Buona la coppia formata con Romagnoli, da verificare nelle prossime uscite

ROMAGNOLI 7 – Ecco il partner giusto, con Alex riesce a trovare la giusta posizione e i giusti tempi d’intervento. Annullato completamente Kalinic, dimostra che in una difesa solida può essere un ottimo leader nonostante la giovanissima età.

ANTONELLI 6 – Bernardeschi è in stato di grazia, Antonelli riesce a portare a casa il risultato ma soffre da matti. Non colpa sua, sia chiaro, ma la Fiorentina passa spesso dalla sua parte e va in affanno contro il 10 della Viola. Obiettivo raggiunto comunque.

HONDA 7 – E chi se lo aspettava! Copre e riparte, punta l’uomo e arriva anche alla conclusione. Partita completa del giapponese che è bravo ad aiutare Abate contro Marcos Alonso, prestazione di livello dell’ex CSKA Mosca.

MONTOLIVO 6.5 – Esce tra gli applausi, giustamente, dopo 70 minuti di buona sostanza. Non fa il regista puro, anche perché il Milan lascia il pallino del gioco alla Fiorentina, ma è bravo a dare il via alle ripartenze rossonero. In ripresa

BERTOLACCI 5.5 – Non sempre puntuale nell’intervento, contro il centrocampo tecnico della Fiorentina va in difficoltà. Meno appariscente del compagno di reparto, non riesce mai ad essere di supporto agli attaccanti.

BONAVENTURA 7 – Entrambe le fasi fatte alla grande, proprio come fatto da Honda sull’altra fascia. Il suo talento è sotto gli occhi di tutti, specialmente i presenti a San Siro che si esaltano a ogni sua giocata. Ah, tra i presenti c’era anche Conte, chissà se abbia finalmente notato Jack.

BACCA 7.5 – L’uomo in più del Milan. Apre e decide la partita dopo soli 4 minuti con un gol d’autore, il secondo gran gol consecutivo dopo la perla in Coppa Italia contro il Carpi. Per il resto lavora in fase di pressing contro i tre centrali Viola e riceve pochi palloni, ma quello giusto lo ha già depositato in porta

NIANG 6.5 – Un potenziale tecnico e atletico da far paura, quest’oggi ci abbina anche un ottimo lavoro di aiuto per il centrocampo rossonero. Continua a sbagliare le scelte durante la partita, dettaglio fondamentale per fare il salto di qualità, ma San Siro apprezza e lo saluta con gli applausi

KUCKA 7 – Mihajlovic lo fa entrare quando la Fiorentina passa alle tre punte per dare più sostanza, lo slovacco non delude il suo allenatore andando a coprire alla perfezione la difesa. Contributo tangibile per la causa rossonera, con la perla finale del lancio per Boateng per il gol che chiude la partita.

BOATENG 7 – Quindici minuti di sofferenza e sacrificio, suggellati dal gol che chiude la partita a 2 minuti dalla fine. Il primo gol nella sua nuova avventura al Milan mette in cassaforte la sfida, acquisto di sostanza per il girone di ritorno

BALOTELLI s.v.

MIHAJLOVIC 7.5 – La prepara alla perfezione e salva definitivamente la panchina. Vittoria meritata per i rossoneri che la sbloccano subito sfruttando Bacca e le debolezze della difesa Viola, poi la gestisce giocando con la linea difensiva bassa per poi ripartire in contropiede. Partita intelligente e vittoria fondamentale, che dà vita a nuove speranze in chiave europea.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy