PAGELLE – Bacca Re Mida, Sinisa non sbaglia nulla. Ma Kucka è l’MVP

PAGELLE – Bacca Re Mida, Sinisa non sbaglia nulla. Ma Kucka è l’MVP

Il Milan batte 3-0 l’Inter e torna in corsa per la Champions. Sontuosa la prova di Kucka, bene anche Honda e la coppia Alex-Romagnoli

Kucka

Il Milan asfalta l’Inter nel derby della Madonnina, vince 3-0 e accorcia la classifica in zona Europa. Alex apre le danze nel primo tempo, poi Icardi sbaglia il rigore e subito dopo l’uno-due firmato Bacca e Niang mette in cassaforte il derby. Sorprendente Honda, la coppia Niang-Bacca si sacrifica e fa gol, mentre la difesa concede solo l’occasione del rigore. Kucka è il migliore in campo per spirito e tenacia, il Milan si avvicina alla zona Champions, la Fiorentina è a soli 6 punti.

Donnarumma 6,5 – Fa correre un brivido ai tifosi rossoneri su un rinvio sbilenco, si supera su Icardi prima del fallo da rigore di Alex, risulta decisivo visto l’errore dal dischetto del numero 9 dell’Inter.

Abate 6,5 – Annullati gli esterni nerazzurri, l’Inter si rende pericolosa solo con l’ingresso di Icardi e con soluzioni centrali, si propone regolarmente e l’azione che provoca il calcio d’angolo del vantaggio rossonero nasce da una sua ottima sovrapposizione.

Alex 7 – Primo tempo semplicemente perfetto del centrale brasiliano, nella ripresa va leggermente in affanno e regala a Icardi il rigore del possibile pareggio. L’argentino grazia il Milan, Bacca un minuto dopo chiude il derby e manda in paradiso il Milan. Sul rigore meritava il secondo giallo e la conseguente espulsione, Damato lo grazie e “salva” il Milan

Romagnoli 7 – Va in difficoltà nel primo tempo in un paio di situazioni in velocità contro Eder, ma il suo senso della posizione è da difensore vero. Grande sicurezza e pochissimi rischi, la difesa rossonera sembra sempre più solida, sta diventando quel leader difensivo che Mihajlovic aveva già visto a Genova.

Antonelli 6,5 – Vale lo stesso discorso fatto per Abate, le fasce sono del Milan e la partita viene controllata dall’inizio alla fine. Annullato Perisic, lavoro perfetto in entrambe le fasi e derby vinto con pieno merito

Honda 7 – Si è svegliato il giapponese, eccome se si è svegliato! Si divora la fascia destra dal primo minuto, dà qualità e aiuta Abate in fase di non possesso. Pregevole l’assist per la testa di Alex che sblocca il match, la miglior prestazione in maglia rossonera. Sinisa gli concede la standing ovation, Honda questa se l’è veramente meritata!

Kucka 8 – La scelta a sorpresa di Mihajlovic, Kucka premia il suo allenatore con una prestazione superba. Corsa e dinamismo, incarna alla perfezione lo spirito richiesto dalla Curva Sud con la coreografia del prepartita. E’ l’emblema di questo derby, la palma di migliore in campo la merita per spirito e cattiveria agonistica

Montolivo 7 – Con Kucka al suo fianco si esalta, il capitano rossonero gioca una partita solidissima sia in fase di recupero palla che di impostazione. Si rivede il miglior Montolivo e anche grazie a una condizione fisica decisamente migliorata, il Milan passa sempre dai suoi piedi.

Bonaventura 7 – Il Milan gioca di più sulla fascia destra, ma la classe di Jack si vede anche oggi. Gestisce bene i palloni che gli arrivano, è utile come Honda in fase di non possesso per aiutare Antonelli. Questo Milan si può anche permettere un Bonaventura più “silenzioso”.

Niang 7,5 – Partita di sacrificio per 70 minuti, chiude la partita in cinque minuti prima con lo splendido assist per Bacca poi con il gol del 3-0. Tante le voci in questi giorni su un passaggio al Leicester, Mihajlovic punta su di lui e anche in questo caso viene premiato. E per fortuna che doveva essere distratto

Bacca 7,5 – E’ come Re Mida, tutto ciò che tocca si trasforma in oro. Come Niang si sacrifica per tutta la partita, al primo pallone giocabile in area di rigore mette alle spalle di Handanovic il gol del 2-0 che mette KO l’Inter. Un attaccante meravigliosamente efficace, fondamentale la sua continuità in zona gol per puntare alle posizioni nobili della classifica

Balotelli s.v – 

Bertolacci s.v. –

Boateng s.v. – 

Mihajlovic 8 – Opta per Kucka al posto di Bertolacci, dà fiducia a Niang nonostante le voci di mercato. Le sue scelte si rivelano tutte azzeccate, stravince il derby contro l’amico-rivale Mancini e lo fa con pieno merito, incarnando lo spirito richiesto dai tifosi rossoneri. La panchina del Milan è ufficialmente sua, a testimoniarlo è il sorriso del Presidente Berlusconi in tribuna

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy