Morata: “La Juventus la mia seconda casa, non la tradisco…”

Morata: “La Juventus la mia seconda casa, non la tradisco…”

Alvaro Morata e le sue dichiarazioni che frenano l’entusiasmo del Milan

MILANO – Appena conquistata la sua seconda Champions League, dopo una stagione con tanta panchina e tanti gol, Alvaro Morata ora si prepara ad un’estate che per lui sarà rovente. Cercato dal Milan e a quanto sembra anche con una trattativa iniziata, a parole lo spagnolo gela i tifosi del Milan: “Io di nuovo in Italia? Sicuramente no, vorrei continuare qua, ma vedremo cosa succede”. Parole che sanno di rifiuto verso il progetto di Fassone e Mirabelli che erano anche presenti a Cardiff per discutere con vari procuratori, tra cui Jorge Mendes. Quando ieri sera la squadra madrilena ha sfilato con la Champions League nel Santiago Bernabeu, il pubblico di casa ha intonato cori a favore di Morata, chiedendo all’attaccante di non andarsene da Madrid, la squadra che ha sempre tifato fin da bambino.

In finale ha affrontato proprio la sua ex squadra, la Juventus: “Il Milan? Non so, l’ho solo letto sui giornali come tutti ma non so niente. Mi piace l’Italia ma sono contento qua, questa è la mia città e la mia squadra. La Juventus però è la mia seconda casa, non si sa mai…”

morata madrid
morata madrid

Il Milan sa che questa sarà una trattativa lunga e vorrà sfruttare tutto il tempo a sua disposizione, fino al 31 agosto. Mirabelli e Fassone sanno anche che in caso di mancato arrivo a Morata c’è un piano B, come Belotti. Oppure un piano C, il capocannoniere della Serie A, Edin Dzeko.

Conti è un piano…

 

Ilmilanista.it

 

4

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy