Mercato, i cinesi puntano al rinnovo di Donnarumma

Mercato, i cinesi puntano al rinnovo di Donnarumma

Bisogna blindare il portiere del futuro

MILANO – Il Milan giovane e italiano – riporta gazzetta.it –  non è un sogno per il futuro ma un’idea in atto: Berlusconi cita l’opzione della squadra baby e azzurra come alternativa al Milan cinese ma la prospettiva è già in parte realizzata da Montella. Il simbolo del “piccolo” Milan è il gigante Donnarumma: Gigio, talento cresciuto nel settore giovanile rossonero, dunque costato zero, è oggi il giocatore della rosa con il valore più alto. “Abbiamo avuto diverse richieste per Donnarumma, così per De Sciglio e Romagnoli, ma le abbiamo tranquillamente rifiutate. Non li vendiamo, è su questi giovani che vogliamo costruire il futuro di vittorie del Milan” ha confidato qualche giorno fa Berlusconi, che a proposito di Gigio si era già espresso nel fine maggio scorso: “Non lo vendo neppure per 80 milioni di euro”. Donnarumma è il potenziale campione più giovane della rosa, ed è quindi quello che vale di più: fissare una cifra sarebbe un azzardo.

DISCUSSIONE — Il Milan di Silvio ha dimostrato di sapere resistere alle offerte: ne erano arrivate dal Napoli e dalla Juventus per De Sciglio e una ricchissima dal Chelsea per Romagnoli. Non si sa invece chi aveva messo nel mirino Gigio (se non, da lontano, la Juve e il Real) ma il principio non cambia. L’ultimo mercato estivo rossonero è stato condiviso con i cinesi e ogni operazione doveva avere il benestare della cordata interessata all’acquisto. I cinesi, come Fininvest, si sono opposti alle cessioni dei giovani, nonostante la proposte garantissero delle concrete plusvalenze. La situazione, se il closing verrà effettivamente posticipato di 30-45 giorni, è destinata a ripetersi anche a gennaio quando potrebbero verificarsi le stesse premesse: i top club che puntano i talenti rossoneri e le due anime del Milan concordi nel rifiuto. Chiuso il mercato di gennaio si aprirà però un’altra finestra che indirettamente lo riguarda: Donnarumma diventerà maggiorenne, particolare anagrafico che gli permetterà di firmare un prolungamento di cinque anni. Se la trattativa con Sino Europe andasse finalmente in porto, l’autografo sul rinnovo di Gigio diventerebbe di competenza dei cinesi. Per questo la prolungata fase di passaggio delle quote del club non è utile alla discussione tra le parti (la società e Mino Raiola, manager del giocatore, che prima di passare alla pratica intende conoscere la nuova proprietà e i relativi programmi). Gigio ha il contratto in scadenza nel 2018, altra condizione che lo rende particolarmente appetibile.

CHE NUMERI — Non solo quello, ovvio. Donnarumma esordì a San Siro nell’ottobre del 2015, scelto da Mihajlovic, ha poi continuato a difendere la porta rossonera e nello stesso stadio è a un passo dal record: domenica contro il Crotone può diventare il più giovane giocatore dal 1994-95 a collezionare 45 presenze in Serie A. Gigio, come nella scorsa stagione, è il più “piccolo” portiere con almeno una presenza nei cinque principali tornei europei. E considerata solo la Serie A, Donnarumma è il portiere che più volte (5) ha mantenuto la porta inviolata. Da quando Gigio ha esordito ha contato 82 parate: più di lui solo Bizzarri (86), collega del Pescara. Donnarumma è il secondo giocatore del Milan per media voto (dietro Lapadula), ma il primo in relazione al numero di partite giocate. Intanto ci sono novità sul mercato >>> CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy