RIVIVI IL LIVE – Gattuso: “Crediamo nella Champions. Domani sarà una finale”

RIVIVI IL LIVE – Gattuso: “Crediamo nella Champions. Domani sarà una finale”

Segui la conferenza di mister Gattuso in diretta live su Il Milanista.it

di Redazione Il Milanista
News Milan: Gattuso prossimo al rinnovo contrattuale

Si svolgerà alle 15, presso la sala stampa di Milanello, la consueta conferenza pre gara di Gennaro Gattuso. Seguila su Il Milanista.it

DERBY IMPORTANZA: La squadra delle ultime due settimane è cambiata. Mi riferisco all’Inter. Subiscono di meno, sono una squadra in salute ma lo siamo anche noi. Contro la Juve abbiamo fatto molto bene e spero di fare altrettanto bene.

LA SPINTA DI SAN SIRO: “Il pubblico dobbiamo essere bravi noi a trascinarlo. La loro parte l’hanno già fatta battendo il record di incassi, una nostra partenza forte deve accenderli. Ora si respira un’aria diversa, i tifosi sono sempre orgogliosi di noi dopo ogni gara. Serve migliorare sulla mentalità e sulla voglia di combattere col coltello tra i denti”.

MATCH CON LA JUVE E QUESTA INTER, DIFFERENZE: E’ un derby. Nel derby non vince sempre la squadra migliore ma chi sa controllare le emozioni. Loro sono in salute. Domani non dobbiamo dare campo, sono tornati a esprimere un buon calcio.

POLEMICHE DOPO SCONFITTA JUVE: Io non metto bocca sui giocatori che andranno e che rimarranno. Io faccio l’allenatore, le valutazioni di questo tipo le farà la società. Io voglio che nessuno si offende. Devono essere concentrati. Nel campo dobbiamo andare con la mentalità sola, quella vincente.

OGNI PARTITA UNA FINALE: Noi ci crediamo all’obiettivo champions. Ogni partita è una finale. Un derby. Ci sarà record d’incassi nella storia del Milan. Giocheremo con le nostre armi, se giochiamo come sappiamo li metteremo in difficoltà.

FUTURO: Non è un problema. Se ne parla e se ne sta parlando. A me è stata data grande possibilità: io lavoro e io non sarò mai il problema del Milan. Non mi piace parlare e perdere tempo, io voglio lavorare e si parlerà quando ci sono le idee chiare. La priorità è il Milan, non il contratto di Rino Gattuso. Io mi sento grosse responsabilità addosso: io sono capo ultas, allenatore, presidente. Penso solo al Milan.

VARIAZIONI TATTICHE: Vediamo domani.

CHE MILAN SARA’? Il solito Milan: un Milan che vuole costruire dal basso. Loro hanno molta tecnica, ribaltano le situazioni con facilità. Non dobbiamo dare campo. Vedrete lo stesso Milan degli ultimi 3 mesi.

BIGLIA ASSENTE: Giocherà Montolivo. Non dobbiamo perdere intensità. Io voglio giocare sempre a palla coperta. Noi facciamo le cose migliori quando siamo compatti è lì che diventiamo devastanti. Voglio sempre il raddoppio.

BONAVENTURA: Lo avete massacrato, ma per noi è un giocatore importantissimo. Io ho grande rispetto e gli do grande fiducia. Forse vi ha abituati troppo bene, spero che già da domani farà un’ottima prestazione.

AMBIENTE MOLTO CARICO? In questi giorni non sono stato un bel vedere. Le partite come queste devono bruciare, come devono bruciare le sconfitte. E’ successo a Londra, è successo con la Juve. Non può essere che con prestazioni del genere non le porti a casa. Io ho tanti giovani, queste partite devono far bruciare. Non bisogna accontentarsi mai. Bisogna crescere. Questi giocatori giovani se vogliono diventare importanti, non devono mollare mai e queste occasioni devono farli crescere. Bisogna alzare la qualità, rischiare di più.

PARTITA RABBIOSA O DI ATTESA? Non possiamo giocare in modo rabbioso: non ce l’abbiamo nel nostro DNA. Dobbiamo rispettare e osservare l’avversario e poi agire. Dobbiamo essere corti, concentrati, compatti e poi esce la rabbia.

ANDRE’ SILVA – L’ho scelto per quello che ho visto in settimana. Ha fatto una grandissima partita contro la Juve. Ha fatto solo un errore, mangiandosi quel gol. Ma ha tenuto botta, li ha allungati quando doveva farlo. E’ stata una mia scelta.

CUTRONE ARMA IN PARTITA CORSO? Cutrone ha collezionato 700 minuti, più di tutti. Cosa diciamo? Io mi aspetto da lui che giochi meglio tecnicamente. Per questo cerco spesso alternative diverse.

TEMI POSIZIONE RAFINHA – Se chiudi bene le linee di passaggio, non passa nessuno. per questo ho chiesto il raddoppio. Stesso problema contro l’Arsenal: ci imbucavano sempre in quella zona centrale. Noi non dobbiamo far passare in quella zona di campo.

CONFRONTO SPALLETTI-GATTUSO: 10 a zero per lui. Non c’è paragone, io sono alle prime esperienze. Onore affrontarlo ma domani sarà Milan-Inter, non Gattuso contro Spalletti.

SULLE PAROLE DI BONUCCI: Non voglio che vengano strumentalizzate le sue parole. Non voglio che si dica che lui decide all’interno del Milan. In pochi hanno la mentalità di Leo e le sue parole, in quel momento, ci stanno. Ma abbiamo uno staff, i dirigenti e una società intera, dunque è giusto mettere i puntini sulle i. Ad avercene di ragazzi come lui in campo e negli spogliatoi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy