Montolivo: “Voglio giocare di più, dimostrerò al mister che si sbaglia”

Montolivo: “Voglio giocare di più, dimostrerò al mister che si sbaglia”

Ecco le parole in conferenza stampa dell’ex capitano rossonero alla vigilia della sfida di Europa League contro L’Aek Atene

MILANO – Il centrocampista rossonero Riccardo Montolivo, che domani con ogni probabilità tornerà titolare al fianco di Locatelli in cabina di regia, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida all’Aek Atene di Europa League. Ecco le sue parole direttamente da Atene: “Se partirò titolare? Chi ha fatto la conferenza pre-gara per ora ha sempre giocato, ci sono buone probabilità. Se dovessi scendere in campo darò tutto, è un momento particolare. Sono diverse partite che non gioco, ma sono scelte legittime del mister, io mi faccio trovare pronto per quando Montella decide di schierarmi, dimostrandogli che si sbaglia a non farmi giocare negli allenamenti e in campo.”

Mentalità europea? La storia dice che l’Europa è la casa del Milan, ma siamo noi a dover dimostrare che questa squadra merita di starci. L’obiettivo è quello di arrivare in fondo. Oggi scende in campo il Milan attuale e non quello del passato. Sta a noi dimostrare di meritarci l’Europa.”

Difficoltà del momento? Rispetto agli anni passati è cambiato tutto, c’è stato un cambio radicale sotto tutti i punti di vista. E’ stata fatta una campagna acquisti imponente e sono stati spesi molti soldi, è normale quindi che le aspettative siano maggiori e molto importanti. Noi ci aspettavamo queste difficoltà, magari non così tante. Abbiamo fatto troppi passi falsi, ma la ricetta è lavorare a testa bassa e andare a caccia di punti a partire da domani e poi penseremo al campionato.”

Poco spazio? Speravo di essere impiegato più frequentemente, ma l’allenatore fa delle scelte legittime. Mette in campo i giocatori che gli danno maggiori garanzie, evidentemente vede meglio altri giocatori. Io devo convincere il mister che si sta sbagliando, ma sono cose normalissime che accadono in uno spogliatoio.”

Interviene Montella: “Il calciatore ha la sua visione, che non sempre è vera. Montolivo è considerato al pari degli altri e lui lo sa. Si è infortunato, poi volevo dare della continuità ad altri, non c’è nulla di strano. L’ho impiegato in partite importanti, gli ho dimostrato fiducia.”

Riprende la parola Montolivo: “Nei momenti negativi viene detto e scritto di tutto. Abbiamo letto anche qualcosa di divertente, ci vuole fantasia a scrivere certe cose. In tutta questa situazione non c’è nulla di strano. Sì, mi piacerebbe giocare di più ma è normale, sarebbe strano il contrario.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy