Massimo Donati: “Il mio trasferimento al Celtic merito di Sheva”

Massimo Donati: “Il mio trasferimento al Celtic merito di Sheva”

Il centrocampista racconta un curioso aneddoto

MILANO – Massimo Donati, centrocampista ex Milan e attualmente in forza agli scozzesi dell’Hamilton Academical, in un’intervista al quotidiano scozzese ‘Evening Times’ ha ricordato il suo passaggio al Celtic, raccontando un curioso aneddoto: “Un pomeriggio d’estate ho ricevuto una telefonata di Shevchenko. Sono rimasto sorpreso perché non mi aveva mai chiamato ed erano passati quattro anni da quando avevo lasciato Milano. Mi chiese se volevo andare al Celtic e io risposi di sì, pur non sapendo molto della Scozia. Sapevo però che era una buona opportunità per me“.

Donati ha parlato anche della sua breve e poco fortunata avventura al Milan: “Ero molto giovane quando mi sono trasferito a Milan. Era un sogno che diventava realtà ed ero stato pagato anche una discreta cifra. Ma in realtà mentalmente non ero pronto. Avevo 20 anni e avevo giocato una sola stagione in A. Cosa ho imparato? Per essere un grande calciatore devi prima essere un grande uomo“.

ilmilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy