Kakà: “L’offerta del City mi ha confuso”

Kakà: “L’offerta del City mi ha confuso”

Il brasiliano ha raccontato cosa è accaduto nel gennaio del 2009

MILANO – Era il gennaio del 2009 quando al Milan era arrivata una faraonica offerta da parte del Manchester City per Ricardo Kakà. Il brasiliano, a distanza di anni, ha raccontato quanto è accaduto in quei frenetici giorni. Ecco le sue parole a ‘Fourfourtwo’: “Ero seduto a casa quando squillò il telefono. Me lo ricordo ancora molto chiaramente. Era mio padre e sembrava nervosamente eccitato. Poi mi ha detto che una squadra inglese, il Manchester City, aveva fatto un’offerta importante per me. Prima che potessi persino reagire, ha aggiunto che il Milan era pronto ad accettare l’offerta. Non avevo assolutamente idea, fino a quel momento, che il City  fosse interessato a me“.

Kakà ha spiegato come l’offerta era un qualcosa di assolutamente inatteso: Tutto era venuto fuori dal nulla e molto rapidamente. Presto ho iniziato a sentirmi confuso e ansioso. La situazione mi ha incasinato. Ero abbastanza agitato ed emotivamente scosso. Ricordo di aver giocato in una partita casalinga contro la Fiorentina a San Siro proprio nel bel mezzo del periodo delle trattative e, durante il match, ci pensavo continuamente. Non riuscivo a concentrarmi e la mia prestazione era stata negativa. Ricordo i tifosi del Milan che mi urlavano di non andar via. Ero indeciso. Il Milan aveva scelto di vendermi e tutto dipendeva da me. Non sapevo se iniziare una nuova affascinante avventura o restare nella squadra che amavo. Ho chiesto a Galliani, Leonardo, ma anche alla mia famiglia. Alla fine ho deciso che quello non era il momento giusto per andar via. Anche perché, in quel periodo, c’era una grande incertezza sul progetto del City“.

ilmilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy