Gullit: “Tornare al Milan scelta di cuore, ma fu un errore”

Gullit: “Tornare al Milan scelta di cuore, ma fu un errore”

L’ex rossonero: “Mandela mi disse che ero uno dei suoi pochi amici”

MILANO – Ruud Gullit, grande ex giocatore del Milan, è stato ospite della trasmissione Che tempo che fa sulla Rai: “Il Milan di Sacchi? Sacchi non parlava inglese benissimo: una volta mi voleva dire che dovevo fare una finta e mimando il gesto si è stirato un muscolo del collo. Era un grande allenatore e un personaggio, ma anche un fanatico: urlava sempre”

Il pallone d’oro dedicato a Nelson Mandela? Mi disse che quando era in prigione non aveva nessuno ed ero uno dei suoi pochi amici: per noi in Olanda era importante parlare dell’apartheid”.

La Sampdoria? Trovai la libertà di giocare e la felicità perché per le strade potevo girare tranquillamente. Tornato al Milan lo feci col cuore, ma fu un errore”.

L’Italia? Qui in Italia ho imparato ad apprezzare la bellezza della vita”. Intanto Deulofeu….

SCOPRI TUTTE LE NOTIZIE DI MILAN

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy