Galliani a Milan Tv: “Un generale in concedo resta generale, mica sottotenente”

Galliani a Milan Tv: “Un generale in concedo resta generale, mica sottotenente”

L’amministratore delegato: “Bacca-Montella? E’ normale che si inca**i. Fa parte del calcio”

MILANO – Dopo la vittoria sul Pescara Galliani ha parlato a Milan Tv: “Partita? Molto importante la vittoria. Grandi e piccole non esistono. Contano solo i 3 punti. Noi in 11 abbiamo fatto 22 punti…tanta roba. Siamo terzi a un punto dalla seconda. Mi soffermerei su questo”.

“22 punti nel gironi d’andata nel 2013? Non vorrei ripetere la cosa (ride). Stiamo calmi. Prendiamoci questi punti. Abbiamo fatto fatica anche con 2 pali. Il Pescara gioca un bel calcio. Non ho salutato Oddo, ma ho fatto i complimenti a Sebastiani. Abbiamo sofferto, non ho visto l’ultimo quarto d’ora. Mi dicono che ho fatto bene. Vorrei stare attento al cuore. Passeggio nello spogliatoio e sento le urla”.

“Partita difficile? Gioiamo dei 3 punti. Da qui fino alla fine dell’anno giocheremo una volta a settimana”.

“Pasalic e Sosa? Sono stato un loro sponsor. Pasalic è arrivato con problemi, ma è un bravissimo giocatore. In Croazia è considerato un giovane talento. Infatti il Chelsea lo ha preso. Ha avuto infortuni, come Van Ginkel che è stato sfortunato. Sosa ha i piedi buoni. Bisogna capire di calcio e vedere che ha i piedi buoni. Basta vedere il cross al volo. Noi oggi avevamo 8 giocatori ai box. Sono un ‘infinità. Sono diventati 7 perché Niang ha recuperato. Il centrocampo è tutto fuori con Montolivo, Mati Fernandez e Bertolacci. Lo stesso la difesa. Portiamo a casa il terzo posto”.

“Coi cinesi? Non sta succedendo nulla. Voglio precisare le mie precedenti dichiarazioni. Bisogna aver rispetto per la carriera, ma io per la mia…mica gli altri. Chi compra la società ha diritto di scegliere l’ad. Ho un ottimo rapporto con Fassone. Ma non posso fare per 30 anni da amministratore e poi fare altro. Un generale in congedo rimane generale, non sottotenente. Non resto per altri incarichi”.

“La lite Bacca-Montella? Non l’ho vista. Ma sono nel calcio da 40 anni. Vedevo ben altro una volta. Prima non c’erano le telecamere. Niente di strano, è normale”.

“La febbre di Niang? Aveva 39,5, poi si è sfebbrato. Ma continuava a ripetere che voleva giocare. Sono bei segnali. Se un giocatore si inca***a fa parte del calcio”.

“Messaggi d’affetto? Io ringrazio la gente, ma non dipende da me. Finché Silvio è l’azionista di maggioranza sto qui. Poi non dipenderà più da me. Con Berlusconi il rapporto è per la vita. Poi non dipende più da noi. Avrò sempre il Milan nel cuore”.

“I miracoli di Donnarumma da brevettarle? Meglio di no, altrimenti mi si spezza il cuore. Non vorrei morire d’infarto. Gigio è un fenomeno. Un giocatore straordinario. Siamo stati bravi a prenderlo quando sembrava difficile. E’ bravo Alfredo Magni che è il suo allenatore, portato da Inzaghi da Brescia. Merito di Pippo avercelo segnalato. Oggi faccio i complimenti a me stesso per aver imposto questo allenatore dei portieri a tutti i tecnici”.

Arriva Oddo: “Complimenti per il bel gioco. Chi è titolare e vince la Coppa Campioni è un immortale”.

“C’era un rigore? Non parliamo di arbitri e V.A.R”

“Reazione mediatica sfavorevole? Sembra così, ma sono di parte. Può darsi che essendo di parte facciamo vittimismo”.

“Sogno Champions? (Sospira) No no no. Non ho risposte. Siamo a 22 punti in 11 partite. Sarebbe bello vincere a Palermo e poi ce la gustiamo per 15 giorni. Con la Juve ce la siamo gustati solo 2 giorni. Certamente ce lo avessero detti all’inizio saremmo stati felici. Così si arriva nei primi 3, ma è difficile tenere questa media”.Intanto Galliani dice no ai cinesi…

LEGGI ANCHE MILAN TI SOFFIANO GLI OBIETTIVI DI MERCATO

LEGGI ANCHE HONDA E’ ADDIO

LEGGI ANCHE L’AGENTE DI LAPADULA

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy