Coco: “L’Inter vince anche senza bel gioco. Manca identità per la Champions sicura”

Coco: “L’Inter vince anche senza bel gioco. Manca identità per la Champions sicura”

L’ex rossonero e nerazzurro risponde alle parole di Fassone sul club interista con tono pacato, perchè per ora ci sono i numeri a parlare

MILANO – Si entra già in clima derby. Già qualche giorno fa Fassone ci era andato duro sull’Inter: “Naif e disorganizzata”, l’aveva definita. Parole che sicuramente contribuiscono ad infiammare l’atmosfera, dalla quale Francesco Coco vuole smarcarsi: “Non metto in discussione le sue parole sull’Inter – ha spiegato ai microfoni di TMW Radio -. Se invece valutiamo punti e gioco dei nerazzurri, al momento la bilancia pesa nettamente a favore del primo elemento. La squadra vince e gioca male, ancora deve trovare un’identità. La fortuna che sta avendo è quella di trovare sempre i tre punti fondamentali per un cammino da grande. Se gli uomini di Spalletti cresceranno dal punto di vista del gioco, questa squadra diventerà un avversario difficile per tutti e raggiungerà senza problemi l’obiettivo Champions League”.

Passato sia dalla parte rossonera che da quella nerazzurra, ora Coco spiega le differenze nel preparare un derby da una sponda all’altra del Naviglia: “La preparazione in sostanza è uguale. Dipende più che altro dai momenti. Ricordo che quando ero all’Inter, i rossoneri avevano vinto la Champions e, per questo motivo, arrivavano alla sfida cruciale più positivi. Oggi la situazione si è più o meno ribaltata. La squadra di Spalletti è sicuramente più equilibrata, se non altro sotto l’aspetto psicologico. Il Milan è più preoccupato, ma l’avvicinamento alla partita è identico”.

Seguici anche su Telegram: clicca qui e scopri come

3

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy