Boateng parla del razzismo: “Non è sufficiente mettersi una maglia”

Boateng parla del razzismo: “Non è sufficiente mettersi una maglia”

L’ex Milan ha parlato a un magazine tedesco

MILANO – L’ex centrocampista del Milan Kevin Prince Boateng, attualmente in forza all’Eintracht Francoforte, ha rilasciato un’intervista al magazine tedesco ‘Suddeutsche Zeitung’, parlando della problematica razzismo. Ecco le sue parole: “Non è sufficiente mettere una maglia con la scritta “No al razzismo” o “Cartellino rosso al razzismo”. Non accetto se qualcuno mi chiama f****** nero, ma anche qualche avversario lo ha fatto. Da piccolo ho sempre cercato di sopprimere questo problema, ma molte volte ho pianto”.

ilmilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy