Berlusconi contro Montella: “Non lo volevo al Milan, ero in ospedale quando arrivò”

Berlusconi contro Montella: “Non lo volevo al Milan, ero in ospedale quando arrivò”

L’ex presidente rossonero critica duramente l’attuale tecnico: “Come possono finire spesso in panchina Suso e Bonaventura, i più dotati”

MILANO – Silvio Berlusconi definisce il Milan “un pezzo del mio cuore e della mia vita” in un’intervista rilasciata a Corriere.it. Ma l’ex presidente ha commentato anche il faraonico mercato rossonero, non nascondendo alcune perplessità a riguardo: “Non ho capito il mercato. Non si era mai visto in una squadra il cambio di undici giocatori. Con tutti quei soldi, non si poteva acquistare un top player?”. Ma qualche parola anche sul tecnico: “Spiegatemi come possono finire spesso in panchina Suso e Bonaventura, che sono poi i due calciatori tecnicamente più dotati”.

Berlusconi
Silvio Berlusconi

Una frecciata anche alla nuova dirigenza e sulla scelta di Bonucci come capitano: “È stata data la fascia a un calciatore che è stato per anni la bandiera della Juventus. C’è Montolivo. La fascia andava affidata a lui”. E svela anche il suo risentimento sulla scelta dell’allenatore: “Volevo che sulla panchina restasse Brocchi. Ma ero in un letto d’ospedale, tra la vita e la morte. E mi dissero Montella”.

Seguici anche su Telegram: clicca qui e scopri come

3

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy