Berlusconi: “Closing? Ci sono soldi e certezze. Mi emoziono quando vedo i giovani del vivaio”

Berlusconi: “Closing? Ci sono soldi e certezze. Mi emoziono quando vedo i giovani del vivaio”

Il Presidente del Milan, Silvio Berlusconi, ha parlato di Milan, affrontando diversi argomenti, dal progetto giovani, alla partita contro il Crotone, per i successi del passato

Milan

MILANO – Silvio Berlusconi è stato intervistato da Premium Sport. Il Presidente rossonero, al momento diviso tra la campagna referendaria e il Milan, si è soffermato a parlare del futuro, della volontà di vincere anche la Supercoppa Italiana per chiudere in bellezza i suoi anni in rossonero.

SULLA LINEA GIOVANE E ITALIANA: “E’ una squadra emozionante, con molti giocatori giovani e italiani. Anche se non è più la squadra super di qualche anno fa, ultimamente sta facendo bene e siamo secondi. Tutti i ragazzi che arrivano dal vivaio mi emozionano: Calabria, Donnarumma e Locatelli”

SULLA PROSSIMA GIORNAAÌTA: “Potrebbe arrivare qualche sorpresa spiacevole per loro e buona per noi… Contro l’Atalanta i bianconeri avranno vita difficile, i bergamaschi sono squadra affamata di gioco e successo e anch’essa piena di giovani: ho visto tanto impegno, vigore e continuità. Allo stesso tempo la Juve non ha ancora trovato il filo del gioco, non riescono a far rendere al meglio Higuain che tocca pochi palloni. Si tratta di trovare il giusto affiatamento, è questione di tempo”.

SUL CLOSING: “Se ne parla fin troppo, ci sono soldi e certezze. In Cina la burocrazia è anche più lenta che negli altri Paesi del mondo, aspettiamo i visti del governo cinese ma siamo sicuri che la cosa andrà avanti. Arriveranno importanti capitali per riportare il Milan nell’olimpo internazionale, i tifosi rossoneri se lo meritano.

SUL FUTURO “Se resterò presidente? Ci sto riflettendo ma, come avevo già detto, dovrei poter avere controllo su mercato e colloqui tattici con gli allenatori”.

SULLA SUPERCOPPA “Mi piacerebbe farci un salto, conosco bene il luogo per esserci stato da Presidente del Consiglio. Dipende anche dalla situazione in Italia ma vorrei andarci: una coppa in più in bacheca non ci starebbe male, il posto c’è sempre… Anche se i 28 primi posti e i 16 secondi posti di questi anni restano nella storia e credo sarà una cosa irripetibile”.

IlMilanista.it

LEGGI ANCHE NIENTE MILAN PER SAKHO

LEGGI ANCHE LE PAROLE DI ANTONELLI

LEGGI ANCHE MILAN SU BELLARABI

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy