Amelia: “L’Italia deve restare unita”

Amelia: “L’Italia deve restare unita”

L’ex portiere del Milan ha rilasciato alcune importanti dichiarazioni sul momento difficile della nazionale italiana e sulla VAR, la nuova tecnologia che dovrebbe aiutare gli arbitri.

MILANO – Marco Amelia ex calciatore del Milan in un’intervista rilasciata alla “DomenicaSportiva” ha espresso le sue personali considerazioni sul difficile momento della nazionale italiana e sull’utilità della VAR nella seria A italiana. Queste le parole dell’ex portiere.

Sull’essere portiere: I portieri non sono matti, è l’opposto, sono quelli che ragionano di più. C’è stato anche qualche portiere che ha fatto delle robe, ma i portieri più equilibrati sono sani di mente”.

Su Buffon e la sua leadership in nazionale: Significa che ha una grande personalità, trasmette tutto ciò che è al di fuori, l’Italia sta avendo delle difficoltà e c’è bisogno di questo tipo di atteggiamento da parte di Gigi e da parte di tutti quei giocatori più esperti”.

Quanto conta lo spogliatoio per far funzionare un ct? E’ determinante perché in nazionale c’è poco tempo per stare insieme, per fare gruppo, bisogna lavorare con l’allenatore. In questo momento lo spogliatoio deve stare unito con l’allenatore e tutto lo staff per andare al Mondiale. Lo spogliatoio è fondamentale per un ct”.

Buffon sta cercando di caricare la squadra? I giovani hanno bisogno di qualcuno a cui aggrapparsi, e il Gigi è il primo. Il ct sapeva di queste riunioni, le parole di Gigi significano che in questo momento bisogna andare tutti nella stessa direzione, ovvero andare in Russia. Bisogna risolvere questi problemini in una nazionale chiacchierata in tutto il mondo, in questo momento ci vuole silenzio: chi deve parlare sono il ct e quei giocatori che devono guidare i giovani“.

Il suo pensiero sulla VAR: E’ sempre meglio l’arbitro che decide da solo e anche di sbagliare. Può essere utile se più veloce, è troppo lenta, dura troppo. Io mi annoio guardando le partite, deve cambiare sul momento velocemente su una cosa eclatante. Per ora è troppo lenta e crea troppi problemi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy