AEK, Jimenez e Anestis: “Milan gigante dormiente, per noi sarà come una finale”

AEK, Jimenez e Anestis: “Milan gigante dormiente, per noi sarà come una finale”

L’allenatore ed il portiere del club greco hanno parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida di Europa League contro i rossoneri

MILANO – Il tecnico dell’AEK Atene Manolo Jimenez, prossimo avversario del Milan in Europa League, è intervenuto nella consueta conferenza stampa della vigilia. Ecco le sue parole in vista della sfida ai rossoneri di domani sera: “Sarà una partita difficile, all’andata abbiamo fatto una buonissima prova. La gente si aspetta molto da noi ma sappiamo che non sarà facile. Può essere pagato molto caro il prezzo anche giocando in casa, specie col potenziale che ha il Milan”.

Come una finale? Dobbiamo pensarla come una finale, anche se il discorso qualificazione è a lunga scadenza, visto che mancano anche due partite. Intanto cerchiamo di battere il Milan e se lo facciamo avremo molte possibilità di farcela e anche di vincere il girone. Una squadra come l’AEK deve avere le idee molto chiare”.

Assenza di capitan Mandalos? Il nostro obbligo è dare sempre il 100%. Cercheremo di vincere e sarebbe ciò che di meglio possiamo dedicare al capitano”.

Il Milan? E’ sempre un grande club, in ogni caso. Oggi può sembrare un gigante dormiente ma ciò non toglie che questo gigante si possa svegliare domani. Assenze dei rossoneri? I grandi club hanno sempre soluzioni in modo da rimpiazzare i grandi giocatori”.

Come rimpiazzare il capitano Mandalos? Ieri ho parlato con Messi, ma mi ha detto di non essere disponibile (ride, ndr). Come sapete, due giocatori uguali non esistono. Cercheremo di sostituirlo ma so che in certe fasi del gioco si sentirà la sua assenza. Tutti i club hanno giocatori che risaltano, ma tutti i club trovano le soluzioni”.

Presenza dei tifosi? I tifosi a Milano ci hanno dato una grande mano. I tifosi spingono i calciatori a dare il meglio e questo è quello che ci aspettiamo”.

Turnover? Non posso fare differenze. Domani e domenica col PAOK sono due partite importantissime e devono giocare i migliori.”

Quindi anche il portiere dell’AEK Atene Giannis Anestis ha risposto ad alcune domande in conferenza stampa: “Abbiamo ottenuto un buonissimo risultato a Milano, che ci aiuta a darci la mentalità giusta per proseguire il nostro cammino. Vincere sarebbe il miglior risultato possibile. Vogliamo ottenere il meglio in campo, sin dal primo minuto. E dare una mano alla squadra vista l’assenza del capitano”.

Il supporto del pubblico? A Milano 4mila tifosi vicini hanno riscaldato l’ambiente e ci hanno dato un incentivo in più. E certamente domani ci daranno una mano per ottenere un risultato importante.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy