Abbiati: “Ho smesso perchè avevo perso la passione. Donnarumma? Il nuovo Buffon”

Abbiati: “Ho smesso perchè avevo perso la passione. Donnarumma? Il nuovo Buffon”

L’ex portiere del Milan spiega i motivi del suo addio e loda il suo successore

MILANO – Christian Abbiati spende parole al miele per Gigio Donnarumma, il suo vero successore tra i pali del Milan. L’ex portiere rossonero è intervenuto ai microfoni di Radio 24 nella trasmissione “Tutti convocati”, spiegando i motivi del suo addio prematuro: “Giocare in una squadra vincente ti aiuta. Io ho smesso perché era un anno difficile, con tutte le dicerie sul cambio di società. Ho deciso di smettere perché mi pesava un po’ andare a Milanello. Non è facile ammetterlo, ma ho perso la passione. Avevo un altro anno di contratto, ma ho preferito prendere la mia strada, ed è stata la soluzione migliore, ho lasciato spazio a Donnarumma ed Alessandro Plizzari.” A proposito di Gigio, Abbiati aggiunge: “Donnarumma, Plizzari, Meret. Vedete? La nostra scuola funziona ancora. Donnarumma poi ha dei numeri incredibili e può migliorare ancora. Sa gestire la pressione di un grande club e non si accontenta, gli piace il suo lavoro. Può migliorare ancora di più con i piedi, ma da quando lo conosco è gia’ migliorato tanto anche lì. Ha tutto per diventare il nuovo Buffon.”  In chiusura, l’ex rossonero elogia il suo vecchio collega: “Mi sorprende la passione che ha Gianluigi Buffon, e pensare che ha un anno meno di me”. E intanto Maldini spiega i motivi del mancato ritorno – CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy