Svezia-Italia, serata da dimenticare per Bonucci: frattura del naso, fischi e insulti social

Svezia-Italia, serata da dimenticare per Bonucci: frattura del naso, fischi e insulti social

Il difensore è stato protagonista di una sfortunata gara, sia per lui che per la Nazionale. Risultato che compromette tanto la qualificazione ai mondiali in Russia. “La qualificazione si gioca in 180”

 

MILANO – Leonardo Bonucci non sembra essere ancora in grado di spostare gli equilibri come da lui dichiarato, neanche se è affiancato dai compagni di mille battaglie Buffon, Barzagli e Chiellini. Il centrale del Milan ieri è stato vittima di uno scontro di gioco dopo appena 30 secondi che gli ha procurato la frattura del setto nasale. “Toivonen andava espulso, ho il setto nasale rotto“, ha così dichiarato ai microfoni della Rai a fine partita. Oltre al danno, la beffa. Per tutta la partita ogni tocco di palla del 19 è stato accompagnato da una bordata di fischi che lo hanno di certo un po’ sorpreso.
Per l’Italia adesso si complica il discorso qualificazione, se la giocherà a San Siro, davanti a 70 mila tifosi che ancora credono in Ventura, tecnico che ieri ha nuovamente mostrato una squadra senza identità e senza un’idea di gioco ben definita. La spinta dei tifosi sarà fondamentale, Bonucci si è detto fiducioso “Ora pensiamo alla prossima partita dove conteremo moltissimo sulla spinta e l’entusiasmo di San Siro. Dobbiamo ripartire dagli errori di stasera ma sapevamo che la qualificazione si sarebbe giocata in 180′. L’Italia deve andare ai Mondiali, io ci credo.

Intanto sui social i tifosi lo attaccano



0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy