Ses sposta la sede a Hong Kong e non nominerà un presidente del Milan

Ses sposta la sede a Hong Kong e non nominerà un presidente del Milan

Berlusconi ricoprirà il ruolo onorario, mentre Yonghong Li sarà vicepresidente esecutivo

MILANO – Manca un mese esatto al closing che porterà la proprietà del Milan dalle mani di Fininvest a quelle di Sino Europe Sport. Secondo la Gazzetta dello Sport, sono giorni di lavoro assiduo in Cina, nonostante sia ancora periodo di festa nel paese asiatico. Ses ha spostato la propria sede a Hong Kong, dove è nata la “Rossoneri Hong Kong” che sarà il salvadanaio del club.

420 milioni – Il trasferimento è dovuto proprio alle autorizzazioni, mai arrivate dal governo, e in questo modo la cordata potrà finalmente versare i soldi dovuti a Fininvest. Il tutto facendo spola con la Rossoneri Lussemburgo che sarà il punto di riferimento europeo. Tra un mese arriveranno 420 milioni. 320 saranno di Fininvest per l’acquisizione del club, mentre i restanti 100 serviranno a coprire il disavanzo della stagione in corso, che secondo Gazzetta dello Sport sarà da 70 milioni di euro.

Presidente – Come è noto a Berlusconi sarà affidato il ruolo di presidente onorario. Nessun ruolo operativo, ma semplicemente Ses vuole che il carisma del presidente continui ad esserci. Non verrà quindi nominato alcun presidente e Yonghong Li ricoprirà il ruolo di vicepresidente esecutivo. Intanto il nuovo acquisto fa le visite mediche…

SCOPRI TUTTE LE NOTIZIE DI MILAN

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy