Montella a Sky “Forse la migliore prestazione dell’anno. Sono felice, non mi sento a rischio”

Montella a Sky “Forse la migliore prestazione dell’anno. Sono felice, non mi sento a rischio”

L’allenatore del Milan ha risposto alle domande di Sky dicendosi soddisfatto della prestazione e convinto del miglioramento. “Le sconfitte aiutano a crescere”. “Sono sereno.”

MILANO – Vincenzo Montella ha risposto a Ilaria D’amico e agli opinionisti di Sky al termine della gara con la Roma.

– Oggi è arrivata una sconfitta nonostante la migliore prestazione dell’anno, cosa ne pensa?
Sono molto contento e soddisfatto della prestazione dei ragazzi, sicuramente è stata la migliore prestazione. Abbiamo giocato alla pari con una squadra che l’anno scorso ha chiuso 23 punti sopra di noi. C’è stato l’episodio del gol di Dzeko, un po’ fortunato, che ha cambiato gli equilibri. Ma sono soddisfatto per quanto visto in campo. Non dormirò stanotte per questo e anche perché sono dispiaciuto, dispiaciuto soprattutto per il pubblico che ci ha applaudito anche a fine gara. Il calcio è questo e va accettato.

-Prima della gara ha detto “Sento aria di svolta”, questa svolta è posticipata alla prossima partita, che guarda caso è il derby, potrebbe essere pericoloso. E poi volevo dirle che subito dopo la partita la società ha ribadito la loro fiducia nei suoi confronti. Le chiedo se c’era bisogno di ribadirlo.
La svolta l’ho percepita, sia per armonia di gioco che nelle idee. Ho visto uno spirito nuovo, di squadra. Volevamo vincere, certo. Per quanto riguarda la fiducia, io sento la società ogni giorno, io sono tranquillo, sono i rischi del mestiere. Poi se voi scrivete certe cose, la società le smentisce, ma mi sembra giusto. Se non l’avete detto voi, l’ha fatto qualcun altro; ma ripeto che sono tranquillo e vivo queste cose con molta serenità

-Il Milan di Genova e quello di stasera sono due squadre completamente diverse. Siccome so che non  è dovuto alla preparazione fisica, volevo chiederti qual è il motivo?
L’orgoglio, la carica. Le sconfitte servono a crescere e a migliorarsi. Penso che lo spirito è cambiato dopo il 2-2 di Rijeka.

-Hai messo in campo 9 nuovi, ma non mi aspettavo che giocassero così bene. Oggi strada giusta
Sono convinto che ce la possiamo giocare, i nostri sono calciatori destinati a crescere.

-Vedendo la classifica, le tre sconfitte fanno paura al progetto?
No, ci sono alti e bassi che erano prevedibili dopo il cambiamento. Ricordo che la Juve un paio di anni fa era partita peggio e poi ha vinto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy