Lazio-Milan, rossoneri eroici: i ragazzi di Gattuso volano in finale!

Lazio-Milan, rossoneri eroici: i ragazzi di Gattuso volano in finale!

Dopo 120′ di sofferenza, i calci di rigore premiano Bonucci e compagni che raggiungono così la Juventus in finale.

di Redazione Il Milanista

MILANO – Il Milan ce l’ha fatta: i rossoneri conquistano la finale di Coppa Italia dopo un match che sembrava infinito. Ci sono voluti i calci di rigore per decidere la seconda finalista della Coppa Italia: 0-0 tra Milan e Lazio dopo 120 minuti di gioco, poi i tiri dagli undici metri. Il gol decisivo è opera di Romagnoli, che fa esplodere la gioia rossonera.

Lazio-Milan, primo tempo: sofferenza rossonera

Donnarumma-Milan

I primi 45′ minuti sono stati un assolo biancoceleste intervallato da qualche squillo rossonero: la Lazio ha dato fondo a tutte le sue risorse per far male al Milan. Ci ha provato Immobile di testa, ci hanno provato Milinkovic e Luis Alberto ma Donnarumma ha detto sempre no. Al minuto 34, però, il portiere rossonero stava per combinarla grossa: il 99 lascia andare un pallone sul quale si avventa Immobile, che cerca la porta da una posizione angolatissima. Niente di fatto e sospiro di sollievo per il giovane portiere. Il Milan si affida alle ripartenze e colpire da fuori area con Suso, ma Strakosha è attento e respinge. I rossoneri, comunque, riescono a tenere botta fino al termine di una prima frazione giocata a ritmo altissimo da entrambe le squadre: è ancora 0-0 al duplice fischio di Rocchi.

Il risveglio del Milan

Calabria in gol contro la Roma

Il copione della ripresa sembra lo stesso, ma è il Milan ad avere la prima, clamorosa occasione per passare in vantaggio: Suso pesca in maniera perfetta Calabria, che si lancia verso Strakosha e scarica il destro, ma il portiere albanese è ben posizionato e respinge il tiro al 55′; poi l’occasione è sui piedi di Calhanoglu, che da ottima posizione spara a lato col sinistro. Passano i minuti e il risultato non cambia, Inzaghi si gioca la carta Felipe Anderson e Gattuso risponde con Kalinic al posto di Cutrone. Le due squadre continuano a spingere fino a 10′ dal termine, ma senza trovare lo spunto giusto. Poi, dall’80° in poi, i ritmi si abbassano: sia Lazio che Milan sembrano ormai rassegnate ai tempi supplementari. Che infatti arrivano puntuali: nessun vincitore dopo 90 minuti all’Olimpico.

Extra time

Nel corso del primo tempo supplementare poche occasioni. Ce ne sono un paio, però, dalla parte rossonera: la punizione deviata di Calhanoglu poteva beffare Strakosha, che però è rimasto concentrato e ha concesso solo il calcio d’angolo; dallo stesso tiro dalla bandierina, Romagnoli ha sulla testa l’occasione per l’1-0 ma il suo tentativo finisce a lato. Nei secondi 15 minuti è sempre il Milan ad avere l’occasione di portare a casa la vittoria: Kalinic al 117′ si trova a tu per tu con il portiere della Lazio ma la spara alta. Così, anche i tempi supplementari terminano 0-0. E si va ai rigori.

Calci di rigore

Comincia la Lazio, Immobile calcia e buca Donnarumma che aveva azzeccato il lato giusto; Rodriguez si fa parare il rigore da Strakosha, Donnarumma lo para a Milinkovic e poi è ancora il portiere della Lazio a fermare i rossoneri: Montolivo ipnotizzato. Ipnotizzato anche Lucas Leiva da Donnarumma, poi il Milan trova finalmente il gol con Bonaventura. Parolo segna per la Lazio, Borini per il Milan. Anche Felipe Anderson va in gol, e arriva il turno di Bonucci: destro secco e Strakosha battuto. Si va a oltranza, Lulic la butta dentro, e lo stesso fa Calhanoglu. Per la Lazio dal dischetto va Luiz Felipe: il difensore spara il pallone alle stelle. E’ il turno di Romagnoli. Il difensore rossonero parte, tira e manda il Milan in finale.

Seguici anche su: Facebook / Instagram / Twitter

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy