Ibrahimovic e il numero 10: “Mi sento un 10, lo volevo al Milan ma per rispetto non l’ho preso”

Ibrahimovic e il numero 10: “Mi sento un 10, lo volevo al Milan ma per rispetto non l’ho preso”

Il gigante svedese svela la sua fissazione con il numero di maglia. “Il 10 è la stella, quello che vince le partite da solo, e io ne sono all’altezza”. “Voglio essere ricordato con questo numero”

MILANO – Zlatan Ibrahimovic è sempre al centro dell’attenzione, l’ultima? La voglia di 10. L’attaccante svedese è vicino al rientro dopo il brutto infortunio subito ad aprile nella gara di Europa League con l’Anderlecht. Il Manchester United questa estate ha deciso di offrirgli un altro anno di contratto dopo un periodo di riflessione. Nel frattempo i red devils hanno ingaggiato Romelu Lukaku che si è impossessato del numero 9 (dopo aver chiesto il permesso ad Ibra). L’ex Milan, Inter e Juve aveva previsto tutto in virtù della sua passione per la 10, infatti è proprio questo il numero che indosserà in questa stagione.
Da quanto si legge su Espn, Zlatan ha dichiarato: “Per me, il numero 10 rappresenta la stella, quello che fa la differenza, che si fa notare e che vince le partite da solo, ed è il leader e io mi vedo in quella posizione, ma non è qualcosa che ti viene dato , è solo qualcosa che sei, è proprio così che mi sento“.
Ha poi aggiunto “L’ho indossato sia in nazionale che al PSG, lo volevo all’Inter, ma sono andato via troppo presto; al Milan per rispetto ho deciso di non prenderelo. All’Ajax non ero pronto. Adesso mi sento un 10 vero e proprio, voglio passare alla storia con questo numero.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy