DONNARUMMA – Da debuttante a eroe

DONNARUMMA – Da debuttante a eroe

Dopo un girone il giovane portiere è diventato un elemento imprescindibile per i rossoneri

Donnarumma

MILANO – Era il 25 ottobre del 2015, Diego Lopez vive un momento di affanno così Mihajlovic prova a cambiare le carte in tavola.  La notizia sembra irreale: il giovane sedicenne partirà titolare contro il Sassuolo e fino all’ultimo nessuno pare crederci. Quel giorno i rossoneri vincono 2-1 e Gigio subisce un goal un po ingenuo su punizione. Qualcuno ha criticato la scelta di Mihajlovic ma è stato favoloso Donnarumma a zittire tutti nelle partite successive. Ora è passato un girone intero e il piccolo (si fa per dire) Gigio è diventato un simbolo di questa squadra. La Gazzetta dello Sport oggi evidenzia come i goal subiti dal Milan con lui in porta sono 14, lo stesso numero di reti subite da Diego Lopez. Peccato che il portiere di Castellammare di Stabia abbia giocato più del doppio rispetto allo spagnolo. Con lui e grazie a lui il Milan è cambiato in meglio e ora ovviamente i grandi club vorrebbero acquistarlo. Gigio però ormai è un simbolo e a detta dello stesso presidente Berlusconi sarà lui il portiere del Milan per i prossimi vent’anni.  Domani la sfida contro il Sassuolo coincide con l’inizio del suo secondo girone come portiere titolare del Milan. Da esordiente a eroe di questa squadra. Per tanti sedicenni una situazione che cambia la vita e che diventa spesso e volentieri difficile da gestire. Di esempi così nel calcio moderno ce ne sono fin troppi. Non è il caso di Gigio che ha la testa sulle spalle e come ha detto lo stesso Mihajlovic:” ha la testa di un ragazzo di 25 anni”. Per il suo procuratore Raiola è un Modigliani da 170 milioni. Per il Milan è semplicemente “Gigio”, un ragazzo che con umiltà e sacrificio ha conquistato tutti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy