CONFERENZA – Segui la conferenza di Gattuso su Il Milanista

CONFERENZA – Segui la conferenza di Gattuso su Il Milanista

Alle ore 19.00 nella sala stampa dello Stadion HNK Rijeka, Gennaro Gattuso parlerà in conferenza alla vigilia della sfida tra il Milan e i padroni di casa.

Gattuso milan primavera

Alle ore 19.00 nella sala stampa dello Stadion HNK Rijeka, Gennaro Gattuso parlerà in conferenza alla vigilia della sfida tra il Milan e i padroni di casa.

 

GLI ASSENTI: “Devono recuperare, ho preferito lasciarli a riposo perchè abbiamo fatto un lavoro importante sia ieri che oggi. La scelta è motivata così”.

NIENTE ALIBI: “Sono 8 giorni che lavoro con questa squadra e in 8 giorni non si può migliorare la condizione fisica. Non è un caso che il Milan corra meno di tutti in Serie A, dopo il Torino. Stiamo facendo dei carichi di lavoro importanti. Ed è per questo che ci stiamo lavorando. Non è un alibi, ma dobbiamo andare piano piano. Non possiamo caricare troppo, perchè si rischia che si facciano male i giocatori. I ragazzi mi stanno dando una grandissima mano e ci stanno mettendo grandissima voglia”.

LA PARTITA: “Per noi è importante. Per la classifica non conta nulla, ma a livello mentale ci serve come il pane un risultato importante. Viene data la possibilità a chi giocato meno di giocare e voglio vedere dei giocatori che mi dimostrino voglia e che mi mettano in difficoltà. Giocando in Europa con la maglia del Milan bisogna sempre avere rispetto e impegnarsi fino alla fine”.

SUL GOL DI BRIGNOLI: “Non posso nemmeno rimproverare i ragazzi, perchè con il Benevento eravamo a zona, essendo una punizione dalla trequarti. Il giocatore che sbaglia è Ignazio Abate, perchè facendo un passo avanti forse avrebbe potuto prendere la palla. Non stavamo marcando a uomo, ma a zona”.

KALINIC: “Ieri era un po’ stanco Kalinic, l’ho visto molto pimpante ieri. L’ho visto con grandissima voglia. E’ tranquillo e sa che può dare tanto, come ci possono dare tanto tutti i giocatori che abbiamo a disposizione”.

BIGLIA: “Deve migliorare, non sta al 100%. Domani giocherà, come giocherà anche Manuel. Non stiamo benissimo a livello fisico, ma non deve essere un’alibi. Sappiamo che dobbiamo migliorare. I giocatori che sono arrivati non stanno dando quello che dovevano dare. Da Kessie e Kalinic, per fare un esempio. L’anno scorso avevano un altro passo. E’ evidente che non siamo brillanti. Bisogna anche mettere in condizione i giocatori di rendere al massimo”.

PALETTA: “Rappresenta un giocatore del Milan che si allena con grande voglia e grande veemenza. Da parte mia non c’è nessun regalo. Domani partirà dal primo minuto. L’ho visto bene, si allena bene ed è giusto dargli minutaggio”.

L’AVVERSARIO: “E’ una squadra che rispecchia il carattere del proprio allenatore e dei propri tifosi. Ho visto una squadra forte tecnicamente e che partiva dal basso senza buttare via il pallone. Ho visto una squadra ben organizzata”.

ASPETTATIVE: “Dai giocatori mi aspetto di vedere una squadra che sappia soffrire, che abbia voglia. L’età media di questa squadra è 21 anni, però voglio vedere il senso di appartenenza e che, nei momenti di difficoltà, non diamo la sensazione di aver paura di vincere. Voglio una squadra che sia consapevole di essere forte, anche se dobbiamo migliorare tanto”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy