COMMENTO – Manca la vittoria ma la fiducia è ritrovata

COMMENTO – Manca la vittoria ma la fiducia è ritrovata

Arriva solo un pari da San Siro ma Mihajlovic ha trovato un buon Milan cattivo e coraggioso

LUIZ ADRIANO

MILANO – Clima freddo a San Siro anche se sembra già una serata primaverile. Entrambe le tifoserie sembrano spente  nonostante due goal nell’avvio di gara. I biancocelesti partono forte, pressano alto e mettono in difficoltà il Milan. I rossoneri vanno sotto su calcio d’angolo ma ci mettono poco a trovare il pari e soprattutto a farsi pericolosi in attacco.

LANCI LUNGHI VS POSSESSO – I lanci lunghi caratterizzano tutta la prima parte di gara con le difese abbastanza larghe e gli attaccanti alla ricerca della profondità. Con il pari entrambe le formazioni tornano equilibrate ed è il momento del possesso palla per i rossoneri. La Lazio si chiude bene e concede al massimo qualche calcio piazzato rendendo statica la partita.

FIDUCIA RITROVATA – Sono passate due partite e mezzo ma alla fine i rossoneri hanno ritrovato la fiducia nei propri mezzi. In conferenza Abate aveva parlato di problemi di testa ma nel secondo tempo paiono scomparsi. La ripresa è un dominio rossonero per salvare la panchina di Sinisa Mihajlovic , sono molte le conclusioni e il forcing si fa vivo nel finale. Inevitabilmente i rossoneri sono costretti a scoprirsi per trovare il successo ma i Biancocelesti sono pericolosi solo in una occasione. Alla fine purtroppo manca solo il goal.

LUIZ ADRIANO – Il brasiliano è il protagonista tattico della gara. Alterna la profondità alle sponde per far salire la squadra. Finalmente Bacca ha supporto davanti e il goal ne è la dimostrazione. Non ci sarà la stessa affinità mostrata da Niang ma tanto basta per creare grattacapi alla Lazio.

ANCORA LORO:  Luiz Adriano è stanco e urge il cambio. Entra Balotelli, ennesima occasione per il numero 45 che da subito attira i fischi di San Siro. Mario questa volta sembra avere molta voglia di dimostrare qualcosa, ma purtroppo è l’ennesimo fuoco di paglia. Entra anche Menez a 5 dalla fine ma il peso offensivo purtroppo non cambia. Occasione sprecata ancora una volta.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy