Cessione, decisiva la costituzione del veicolo finanziario: cinesi pronti a investire subito 100 milioni

Cessione, decisiva la costituzione del veicolo finanziario: cinesi pronti a investire subito 100 milioni

Per arrivare alla fumata bianca, i cinesi dovranno costituire una società di scopo con la quale conquistare la maggioranza del club rossonero

MILANO – Entra nel vivo la trattativa per la cessione del Milan alla cordata cinese. Questa mattina Milano Finanza spiega come un passaggio decisivo per la fumata bianca sia la costituzione del veicolo con il quale Robin Li, i fondatori del gruppo Evergrande, il colosso statale dei liquori Kweichow Moutai, un immobiliarista e un operatore del mondo dei beni di consumo proveranno a conquistare la maggioranza del club rossonero. In particolare, dovrebbe trattarsi di un special purpose vehicle, ossia di una società di scopo che verrà creata a breve all’estero (probabilmente a Hong Kong o negli Stati Uniti).

DETTAGLI – I contatti tra Fininvest e il gruppo asiatico che punta a rilevare il 71% del club milanista, sono in corso ma bisogna ancora trovare un accordo sia sulla governance, sia sulle reali garanzie economiche pretese da Silvio Berlusconi. La somma complessiva dovrebbe aggirarsi intorno ai 400 milioni ma tempi e modalità di questa iniezione di liquidità sono ancora tutti da definire. Quel che è certo è che questa operazione dovrebbe prevedere nella sua fase iniziale una prima ricapitalizzazione da 100 milioni che servirà a mettere in sicurezza i conti del Milan e ad affrontare la campagna acquisti. Infine, un aggiornamento sulla questione stadio: in questo momento il nuovo impianto di proprietà non è ritenuto opera prioritaria per lo sviluppo del business della società anche per gli elevati costi di investimento. Nel frattempo la cordata cinese ha scelto il nome per la panchina rossonera dela prossima stagione…

ilmilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy