Berlusconi: “Il Milan deve tornare a essere protagonista in Italia, in Europa e nel Mondo”

Berlusconi: “Il Milan deve tornare a essere protagonista in Italia, in Europa e nel Mondo”

Il patron rossonero ha fatto il punto sulla possibile cessione parlando anche di mercato e di obiettivi da inseguire

MILANO – “Credo sia giunto il momento di passare la mano, sono passati 30 anni che sono tanti, abbiamo vinto 28 trofei e sono il presidente che ha vinto di più nella storia del calcio“. Così Silvio Berlusconi in un’intervista concessa a Teleregione Molise. “Devo fare il mio ultimo gesto, che deve essere responsabile per il Milan, cioè quello di trovare un successore in grado di riportare il Milan ai livelli internazionali. Con i soldi del petrolio che sono entrati nel calcio, i top player ormai hanno prezzi da Monopoli, sono qualcosa di irreale“, ha poi aggiunto sempre in merito alla possibile cessione da parte del club. “Per fare un esempio, si parlava di Ibrahimovic, che ha 36 anni, e credo che gli abbiano offerto 15 milioni di euro netti che significano 30 lordi. Sono cifre inarrivabili per una famiglia, tranne per chi ha alle spalle il petrolio. Bisogna quindi trovare delle persone valide, che abbiano intenzione di riportare il Milan ad essere protagonista in Italia, in Europa e nel Mondo, e che si impegnino a disporrei dei fondi importanti ogni anno. Per questo motivo stiamo trattando con un gruppo di grandi aziende e fondi cinesi, siamo già da parecchio tempo in trattativa con loro” ha infine concluso il patron rossonero.

LEGGI ANCHE – mercato, arrivi e cessioni con i cinesi

LEGGI ANCHE – Mercato, ag. Bacca: “Milan, niente Europa. Questo potrebbe essere un problema”

ilmilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy