Bacca e Icardi: i simboli del flop delle milanesi

Bacca e Icardi: i simboli del flop delle milanesi

Milan e Inter vivono un periodo di crisi, ed anche i loro condottieri, i rispettivi leader dell’attacco, non riescono più a brillare

Di Delia Paciello

MILANO – Milan e Inter vivono un periodo difficile. I loro leader, coloro che dovrebbero portare avanti la squadra a suon di gol, sono sprofondati nel buio più totale: senza le giocate chiave dei rispettivi centravanti, Carlos Bacca e Mauro Icardi, è difficile la risalita per le milanesi. Il talento dei loro attaccanti simbolo è spento monentaneamente, offuscato da una crisi profonda che include anche le loro squadre. Ormai Bacca ha perso il suo ruolo da titolare proprio dopo il faccia a faccia nel derby col suo collega nerazzurro, Icardi. Con la Roma le scelte di Montella lo hanno tenuto lontato dal campo per tutti i 90 minuti: la sua situazione al Milan è davvero precaria. Leggermente migliore lo status del capitano nerazzurro, che è andato in rete quasi il doppio del milanista (24 volte, contro le 13 di Bacca). Ma non è esente da critiche neanche Maurito. Il nuovo patron Zhang ha eliminato le vecchie gerarchie: ora “tutti in discussione”è il nuovo ordine; e così la dirigenza si interroga anche sulle prestazioni dell’argentino: a questo punto anche lui non è più “incedibile”.

Intanto il Milan va verso il match con l’Atalanta…CONTINUA A LEGGERE

 

 

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy