news

Milan, pronte due cessioni: se ne vanno subito a gennaio

Maldini

Artefice di un'ottima sessione di acquisti estiva, il Milan dovrà pensare ad alcune cessioni. Questi i possibili addii da Milanello

Redazione Il Milanista

Nuove notizie dal fronte mercato in casa rossonera. Il club, baciato da uno splendente avvio di stagione, sta vivendo un buon presente ma sta anche già guardando al suo immediato futuro. Nella sessione di calciomercato di gennaio la società sarà, infatti, obbligata a operare più in uscita che in entrata. Il Diavolo dovrà trovare le sistemazioni adatte a tutti gli esuberi che gravano sulle sue finanze. Un rituale a cui ormai siamo abituati a causa della crisi del calcio italiano. Maldini e Massara sembrano già aver individuato i nomi delle prime partenze.

Pronti alla partenza

Secondo quanto riportato da Calciomercato.com, due sarebbero i giocatori pronti a fare le valigie per andarsene da Milanello, Andrea Conti e Samu Castillejo. I due giocatori dovranno liberare i loro posti nella rosa milanista già dalla sessione di gennaio.

Entrambi gli atleti sono da tempo stati fatti fuori dai piani di Stefano Pioli e per questo avranno la necessità di andare a cercare fortuna e spazi altrove. Nel caso del terzino destro classe '94, questo ha il contratto in scadenza in estate. Sarebbe quindi più facile per la dirigenza liberarsene, mandandolo via a parametro zero a giugno, e ciò permetterebbe un risparmio solamente del suo stipendio, poco più di un milione d'euro. Diverso è invece il discorso per l'ala spagnola. I rossoneri vorrebbero, infatti, incassare almeno 6 milioni di euro per la possibile cessione del classe '95 di Malaga.

 Samu Castillejo con la maglia del Milan

L'impresa sarà trovare delle destinazioni adatte per i due giocatori e che permettano la realizzazione dei piani del club. Le due situazioni restano quindi da monitorare e dovranno essere risolte nel corso dei prossimi mesi, così da poter dare respiro alle casse rossonere, già estremamente provate dall'ottima campagna acquisti condotta in estate dal duo di dirigenti Maldini e Massara.