IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Vieri: “Ibrahimovic si concentri sul derby e meno sul proprio futuro”

Tifosi rossoneri a San Siro

Christian Vieri, ex bomber italiano ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, dove ha parlato di Milan.

Redazione Il Milanista

Christian Vieri, nell’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, ha parlato del Milan e Ibrahimovic in vista del derby di sabato sera, vediamo le parole dell' ex bomber italiano. " Se Ibrahimovic ce la fa e gioca, meglio per il Milan: qualcosa in più la può sempre inventare. Soprattutto se gli arrivano i palloni giusti: la chiave è quella, li vuole “puliti” e non fa niente per nasconderlo. Ingombrante? Se sei al Milan non puoi considerare un problema il dover fare tutto il possibile per giocare bene con lui. Mette pressione ai compagni? È vero, non ha mai negato di voler essere messo in condizioni di giocare bene. Il suo problema non sono i 40 anni o se giocherà un altro anno: deve pensare solo all’oggi, non ha l’età per concentrarsi sul futuro. Semmai sono gli infortuni, a frenarlo: più giochi e più hai la condizione per essere decisivo, non basta più essere bravo. Anzi, a 40 anni devi averla migliore degli altri. E se Ibra non ce la fa? Gioca Giroud, un altro che aiuta la squadra, ma in modo diverso. Meno qualità tecnica, più movimenti e colpi da centravanti puro: con lui servono più cross dalle fasce, nel gioco aereo è un martello".

DERBY – "Può essere un derby bellissimo, può pesare tantissimo. Se l’Inter vince, taglia fuori il Milan dalla corsa scudetto: potenziale +10, come li recuperi alla capolista che stiamo vedendo? Ad una squadra che si sta dimostrando anche spietata, quando serve? Io non sono di quelli che dicono che l’Inter ha già vinto il campionato a inizio febbraio: è presto. Però questa Inter non le sbaglia tre o quattro partite da qui a maggio e proprio perché sta così, giocherà per vincere: sarebbe dare una legnata al Milan e forse una “fiammata” a tutto il campionato. Senza calcoli: a 15-16 partite dalla fine non li fai, con il rischio di ritrovarti tutti in mezzo alle scatole un’altra volta. Ma se vince il Milan torna in corsa alla grande, e poi può succedere di tutto: Pioli punterà molto su questa motivazione. La sua squadra è in una situazione non facile, ma intrigante allo stesso tempo: ha la grande chance di togliere sicurezze all’Inter, guadagnandone per il suo futuro. Così metterebbe, o continuerebbe a mettere, pressione all’Inter: il massimo delle motivazioni, per giocare un derby".