IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Verso Milan-Juventus, alle 14 la conferenza stampa di Pioli

Stefano Pioli, allenatore del Milan

Il tecnico rossonero presenterà la sfida ai bianconeri subito dopo pranzo.

Redazione Il Milanista

Milan, Pioli in conferenza alle 14

MILANO - Secondo quanto riportato da acmilan.com, al termine dell'allenamento mattutino di rifinitura a Milanello, alle ore 14.00, ci sarà la conferenza stampa pre-partita di Mister Stefano Pioli. Il tecnico rossonero presenterà la sfida contro la Juventus, valida per la sedicesima giornata del campionato di Serie A ed in programma domani alle 20:45 allo stadio "Giuseppe Meazza" di San Siro in Milano.

“Sarà - aveva già affermato Pioli nel post Benevento-Milan riferendosi alla sfida contro la Juventus - una bella partita, continua a dire che Juve, Inter e Napoli sono le più forti del campionato. Noi dobbiamo pensare partita dopo partita, ci godiamo la vittoria e ci prepareremo per la prossima gara. Parliamo di una squadra che ha vinto nove scudetti di fila, non è una gara decisiva. Noi la nostra classifica dovremo guardarla ad aprile, la nostra forza è pensare al prossimo impegno. Non dimentichiamoci che giochiamo contro la Juventus e ci mancano giocatori importanti. Ce la giocheremo, non sarà una partita decisiva e non sarà un passaggio di consegne”.

 Stefano Pioli, tecnico rossonero, festeggia con Antonio Donnarumma, terzo portiere del Milan

Gli fa eco il rivale e collega in panchina Andrea Pirlo, tecnico della Juventus: "Mi aspettavo il Milan primo in classifica, avevo già visto anche l’anno scorso degli allenamenti di Pioli che è un allenatore che mi piace molto. Si meritano di essere dove sono. Morata ha avuto un risentimento alla vigilia della partita con l'Udinese, vedremo nei prossimi giorni come procede il recupero però credo sia difficile vederlo in campo contro il Milan".>>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

Potresti esserti perso