Verso Cagliari-Milan, le parole di Pioli in conferenza stampa

Stefano Pioli, tecnico rossonero, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni nella conferenza stampa di vigilia di Cagliari-Milan.

di Redazione Il Milanista
Stefano Pioli, allenatore del Milan
Verso Cagliari-Milan, le parole di Pioli

MILANO –  Stefano Pioli, tecnico rossonero, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni, raccolte da acmilan.com, nella conferenza stampa di vigilia di Cagliari-Milan, sfida valida pe rla 18esima giornata del campionato di Serie A ed in programma oggi alle 20:45 alla “Sardegna Arena”.

IL CAGLIARI
“Il Milan deve essere pronto, ci aspetta una partita difficile contro un avversario che sarà molto determinato, da affrontare con grande rispetto e che ha raccolto meno di quanto avrebbe meritato. Il Cagliari è una squadra preparata con ottimi giocatori. Le partite vanno affrontate con convinzione e determinazione: dovremo soffrire e stringere i denti perché i nostri avversari hanno delle qualità importanti. Sarebbe un errore affrontare la partita con un approccio diverso rispetto al solito: cercheremo come sempre di comandare il gioco”. 

PERCEZIONE POSITIVA DEL MILAN
“La sintonia che c’è nell’ambiente fa di noi un gruppo affiatato e coeso, la squadra sta giocando con testa e cuore, caratteristiche che a me piacciono molto e su cui dobbiamo insistere. Stiamo facendo un buon lavoro e cercheremo di continuare a farlo, il titolo d’inverno conta poco. La partita di domani presenterà criticità, dobbiamo pensare solo a questo”.

LE ASSENZE DI ÇALHANOĞLU E HERNÁNDEZ
“Sono assenze importanti ma è così questa stagione, le criticità ci sono e possono arrivare da un momento all’altro. Per questo abbiamo bisogno di una squadra pronta, completa, siamo stati bravi a raddoppiare sempre le energie in caso di emergenza e di necessità. Le qualità della squadra sono importanti e ci faranno giocare una bella partita. La stagione è particolare per tutti, fino a un mese fa avevo tutto il gruppo a disposizione: giocando tanto spesso e con questa situazione generale, può succedere. Per questo il Club mi ha messo a disposizione un ottimo organico, sia a livello numerico che qualitativo. Sono criticità che vanno affrontate con determinazione e convinzione della forza della squadra”. 

IL RECUPERO DI IBRA
“Tutti conosciamo l’importanza di Zlatan, il suo spessore tecnico e caratteriale e sappiamo quanto conti il suo recupero. In questi giorni l’ho visto bene ed è pronto per giocare. La squadra ha mostrato dei concetti di gioco ben assimilati, ma dire che giochiamo meglio senza Ibra non mi trova d’accordo”.

Zlatan Ibrahimovic, attaccante svedese classe 1981 in forza al Milan
Zlatan Ibrahimovic, attaccante svedese classe 1981 in forza al Milan

IL CALCIOMERCATO
“Ho molta fiducia nei dirigenti e lascio a loro il gravoso compito di completare la rosa in questo periodo di calciomercato, noi pensiamo solo al Cagliari.  Come detto, è una stagione particolare e la società si farà trovare pronta se si presenteranno le possibilità”.

I NOSTRI TIFOSI
“Non credo che i tifosi abbiano il morale a terra, li sento molto carichi e fiduciosi, c’è entusiasmo. Queste difficoltà sono opportunità per mostrare il nostro valore”.

L’ARRIVO DI MEÏTE
“Soualiho rende più competitivo un reparto già solido, si è presentato bene, sia fisicamente che mentalmente. L’ho visto bello attento e voglioso, mi è piaciuto quando si è presentato come un giocatore ambizioso, è il modo giusto per entrare nel nostro gruppo”. 

IL PERCORSO ROSSONERO
“Io ho sempre avuto tanta fiducia nei miei giocatori, quelli arrivati nel gennaio 2020 ci hanno dato un apporto importante e insieme a loro siamo cresciuti, lavorando con cura e costanza. Abbiamo ancora dei margini di miglioramento ma ora che siamo saliti su questo treno vogliamo rimanerci a lungo”.

LA PRESENZA DI KJÆR
“Simon è importante anche per la sua capacità di comunicare, per guidare le marcature e le scalate, in campo ci aiuta tantissimo. Noi siamo una squadra offensiva ma sappiamo di dover sempre lavorare con intensità anche in fase difensiva”. 

>>> E intanto Elliott vuole sognare in grande, tra Champions e Scudetto: arriva il sì definitivo per tre grandi colpi a gennaio! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy