IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Sconcerti: “Milan e Napoli al momento non hanno rivali”

Sconcerti: “Milan e Napoli al momento non hanno rivali”

Il noto giornalista Mario Sconcerti ha parlato del Milan. Rossoneri e non solo nei pensieri della firma del Corriere della Sera.

Redazione Il Milanista

Mario Sconcerti ha parlato di Serie A. il noto giornalista ha lanciato una frecciatina ai nerazzurri per la stagione che stanno facendo: “ Perché continuiamo a mettere la squadra nerazzurra di Simone Inzaghi sul piano di Milan e Napoli? Nel calcio si può far tutto, ma c’è un ragionamento reale dietro questa fiducia in un contro-calcolo? I nerazzurri lo scorso anno, con una squadra diversa e contro un Milan diverso, impiegarono 22 giornate per superare il Milan, che andò in testa alla terza e restò primo fino alla ventiduesima gara. Il distacco massimo reale, non contando le sfasature dovute ai rinvii per covid, era stato di 5 punti”. Ragionamento che non fa una piega quelle del noto giornalista Mario Sconcerti.

Sconcerti ha parlato poi della vecchia signora

"Oggi si parla molto di quello che i bianconeri dovrebbero fare e non sanno fare. Poi vado a rivedere l’ultima squadra di Allegri, quella dello scudetto 2019 e ho un’illuminazione. Tra quelli che giocarono da 10 a 31 partite c’erano Matuidi, Pjanic, Emre Can, Cancelo, Mandzukic, Douglas Costa, Spinazzola, Khedira e Cristiano Ronaldo. C’è qualche differenza con oggi. Io lo stesso lo continuo a vedere nella squadra nerazzurra ovvero la squadra di riferimento dietro a Milan e Napoli”.

 

Anche Vernazza ha parlato di Milan

La prima firma della Gazzetta dello Sport Sebastiano Vernazza ha parlato dei rossoneri e ha detto: "II Milan rischia, in senso buono, di diventare una società benemerita, perché in Italia è il club che con maggiore decisione contrasta lo strapotere dei procuratori. Linea dura nei loro confronti, specie nelle trattative per i rinnovi. Via via che la scadenza si avvicina, gli agenti dirigono l’asta: rinnovo al rialzo, secondo le cifre dettate da loro, oppure cessione anticipata. Se si arriva a fine rapporto, meglio ancora: parametro zero e “premio di benvenuto” dal nuovo club, in pratica un acquisto mascherato. Il Milan ha indicato la strada, le altre che cosa faranno? Continueranno ad assecondare Raiola e i suoi colleghi?".