IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Tatarusanu: “Faremo di tutto per la vittoria. Dell’Inter temo…”

Ciprian Tatarusanu e Davide Calabria.

Ciprian Tatarusanu ha parlato sulla situazione in casa rossonera e sulla sfida di dopodomani contro l'Inter.

Redazione Il Milanista

Ciprian Tatarusanu sta sostituendo l'infortunato Mike Maignan tra i pali della porta del Milan. In vista del derby, sfida cruciale per le ambizioni scudetto rossonere, il portiere rumeno ha parlato ai microfoni di Tuttosport.

SUL DERBY - "È vero che è una partita importante, che vale tre punti, ma è pur sempre il derby che non è mai una gara come le altre. Noi aspettiamo questa partita, così come lo aspettano i nostri tifosi, il nostro popolo. Dobbiamo fare di tutto per poter portare a casa la vittoria. La vogliamo.

 Il gol del Porto con Luis Dias

UNA SQUADRA CHE HA CAMBIATO TANTO - Essendo una squadra che non ha cambiato tanto, ci conosciamo meglio e andare avanti su una strada precisa, sviluppando le nostre idee può e deve essere il nostro punto di forza rispetto all’Inter. Ciò che conta è la vittoria, non importa chi di noi sarà o meno protagonista, io compreso. È fondamentale andare alla pausa con altri tre punti in classifica.

SULL'INTER - Chi temo di più? L’Inter è una squadra forte, sarebbe riduttivo indicare un singolo giocatore. Hanno tanti calciatori che possono fare la differenza. Noi dobbiamo pensare ad affrontarli come squadra nel loro complesso e come limitare il loro modo di giocare che, secondo me, è più offensivo rispetto a quello dello scorso anno".

SUL SUO RENDIMENTO - "Non possiamo più essere considerati una sorpresa. È riduttivo dire così. Abbiamo dimostrato sul campo, con le vittorie di meritare la posizione dove siamo. In Champions abbiamo fatto meno bene a livello di classifica. Vedendo ciò che facciamo tutti i giorni in allenamento, non sono sorpreso. Sono delle sorprese più per voi esterni. Mister Pioli ha fatto un grande lavoro anche nelle varie letture della partita, perché dentro i 90 minuti ci sono diversi momenti da interpretare. E noi lo sappiamo fare bene".