IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Milan, il trascinatore Colombo non si ferma più, la Spal ringrazia

Lorenzo Colombo

Il giovane attaccante Lorenzo Colombo, di proprietà rossonera, sta vivendo un avvio di stagione da sogno con la maglia della Spal.

Redazione Il Milanista

La serie B è da sempre un palcoscenico importante per i giovani calciatori, che arrivano da categorie minori o dalla primavera di club più blasonati. Il campionato minore è una vetrina che permette ai talenti di mettersi in mostra, con la speranza di fare il definito salto di qualità.  Infatti molte squadre di Serie A, prestano giocatori ai club di B, per riaverli a disposizione  molto più maturi e consapevoli delle loro qualità. Un ragazzo che potrebbe guadagnarsi la promozione nel campionato maggiore è senza dubbio Lorenzo Colombo. L'attaccante di proprietà rossonera è attualmente in prestito allo Spal. La dirigenza dei diavoli la scorsa estate ha deciso che sarebbe stato opportuno spedire il classe 2002 in prestito, in modo che il ragazzo potesse giocare con continuità. La società prescelta è stata la Spal. La quale è una società candidata alla vittoria del campionato cadetto.

L'avventura del ragazzo con la maglia ferrarese è stata da subito ottima. Il tecnico dello Spal, Pep Clotet, lo schiera fin dalla prima giornata come titolare. Colombo dopo la prima sconfitta contribuisce con un goal ed un assist alla goleada di Pordenone, dove la Spal vince per 5-0. Successivamente si mette in luce anche con il goal del momentaneo vantaggio contro il Monza, partita poi  terminata 1-1. Il ragazzo viene convocato nell'Under 21 azzurra, dove sblocca il match contro il Montenegro ,valido per la qualificazione ai prossimi Europei di categoria. Il giovane attaccante sta dimostrando tutto il suo valore, con ottime giocate e tanta corsa. Il numero 9 in questo avvio di stagione ha collezionato 12 presenze condite da 5 reti.

Colombo in maglia rossonera, si era messo in luce grazie al goal contro il Bodo Glimt, nei preliminari di Europa League. Era riuscito a stupire molti tifosi grazie alla sua personalità ed alla sua fame di goal. Chissà se un domani il ragazzo non potrà tornare ad allenarsi a Milanello, magari anche al fianco dell' intramontabile Zlatan Ibrahimovic.