IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Genoa-Milan e quel gol allo scadere. Il precedente

Sembrava un gol di Mandzukic ma in realtà è stato il numero 9 del Genoa, Gianluca Scamacca, a regalare al Milan il 2-1

Si avvicina il match tra Milan e Genoa. In occasione della 15esima giornata di Serie A, riviviamo un precedente tra le due squadre.

Redazione Il Milanista

Dopo due sconfitte consecutive in campionato, il Milan non può più sbagliare. I rossoneri hanno l’opportunità di riscattarsi subito. Infatti mercoledì sera è in programma la sfida contro il Genoa a Marassi. In occasione della sfida con i grifoni, la società rossonera ha deciso di ricordare un precedente tra le due squadre, andato in scena l’11 marzo 2018. Ecco l’articolo pubblicato sulla pagina ufficiale del Milan:

LO SCENARIO

Genoa-Milan arriva alla 28° giornata della Serie A 2017/18. È un ottimo periodo sotto la gestione Gattuso: la squadra ha iniziato il nuovo anno a suon di vittorie, battendo soprattutto Lazio a San Siro e Roma all'Olimpico in campionato, e occupa la sesta posizione in classifica (al pari della Sampdoria). Ma è un brutto periodo per il calcio, italiano in particolare, sconvolto dalla scomparsa di Davide Astori. La drammatica notizia ha squarciato il weekend appena passato, fermando quasi tutto il programma della Serie A, e Marassi prima di giocare viene osservato un minuto di silenzio davvero commosso.

PARTITA APERTA, MA NESSUNO SFONDA

In settimana i rossoneri sono scivolati in casa contro l'Arsenal in Europa League, uno 0-2 senza storia. Alla testa non proprio libera si aggiungono la pioggia da poco smessa e di conseguenza il campo abbastanza pesante. Senza considerare lo stato di benessere della formazione di Ballardini, già vicina alla salvezza. Nel primo tempo il Diavolo attacca tanto: in avvio Bonaventura tira alto, poi serve Rodríguez per il cross dal quale nasce l'occasione più ghiotta, capitata a Kalinić in girata ma salvata da un miracolo di Perin.

Break rossoblù dopo la mezz'ora, pericolosi Galabinov sottoporta e Spolli su angolo. Ancora Jack protagonista nel finale con un tocco sotto in fondo al sacco ma la gioia negata dalla bandierina alzata per fuorigioco. L'avvio di ripresa sembra far temere il peggio: Rigoni incorna sugli sviluppi di una punizione e realizza il vantaggio, ma la rete viene annullata grazie al VAR per offside; passa poco e Zukanović si divora un gol quasi da zero metri.

LA PRIMA VOLTA DI ANDRÉ SILVA

La gara cambia al 68', quando entra André Silva (al posto di Çalhanoğlu). Il portoghese è stato uno dei colpi del calciomercato estivo ma, a parte qualche sprazzo in Europa League, non ha ancora lasciato il segno. Spesso preferito a Cutrone e Kalinić, il giovane di belle speranze decide di conquistarsi la scena al Ferraris proprio all'ultimo respiro. Quattro di recupero, il cronometro si ferma al 93' e 53'' quando André Silva - imbeccato da Suso - stacca di testa alla perfezione, e realizza il suo primo gol in Serie A mandando il Milan in estasi. 1-0 e triplice fischio che risuona quando i rossoneri stanno ancora festeggiando. Tre punti d'oro per sognare la Champions League, presto però il Milan si dovrà "accontentare" della qualificazione in Europa League.