IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Pioli: “Giroud contro Bremer può fare bene. Sarà una partita sporca”

Stefano Pioli manager of AC Milan.

Stefano Pioli alla vigilia del match contro il Torino di Ivan Juric è intervenuto in conferenza stampa

Redazione Il Milanista

Nella giornata di ieri Stefano Pioli è intervenuto in conferenza stampa per parlare del match contro il Torino. Ecco le sue parole

LE PAROLE DI JURIĆ - "Ivan è un allenatore che stimo molto e che dà grande identità alla squadra, fa migliorare i giocatori. Contro il Bologna abbiamo fatto una buona gara pur non riuscendo a vincere. Abbiamo lavorato su alcune situazioni che speriamo di migliorare già domani".

LO STATO D'ANIMO DELLA SQUADRA - "La settimana di lavoro è stata buona, ho visto impegno e partecipazione, e la giusta qualità che ci servirà domani sera. Siamo consapevoli di dover migliorare la nostra fase realizzativa, ci abbiamo lavorato con particolare attenzione".

LE SITUAZIONI DI SAELEMAEKERS KESSIE - "Alex è un titolare del Milan, come lo sono tutti. Devo fare delle scelte, la condizione psicofisica non può essere al 100% per tutta la stagione, lui è un giocatore forte e avrà spazio da qui alla fine per dimostrare il suo valore. Non ho parlato con Kessie perché siamo tutti motivati e concentrati sulla prossima partita e sulla situazione della squadra".

LA PARTITA DELL'ANNO SCORSO - "Il Torino è molto diverso e quel precedente è lontanissimo, sappiamo quali difficoltà incontreremo, sarà una partita sporca ma non ci tireremo indietro". 

IL MOMENTO DEL MILAN - "Tutte le squadre, anche le più forti, vivono momenti altalenanti durante l'arco di una intera stagione. Noi sappiamo di poter superare le difficoltà con il gioco di squadra ed è su questo che dobbiamo puntare". 

IL CONFRONTO CON INTER E NAPOLI - "Dobbiamo fare leva sulle nostre qualità, esaltare i nostri punti forti e coprire quelli deboli. Per noi è un privilegio essere qui a giocarci lo Scudetto a questo punto della stagione".

IL MODULO E LE SCELTE - "Noi cambiamo spesso il modulo, di partita in partita, e continueremo a farlo a seconda degli avversari e delle partite. Si può provare a cambiare qualcosina e Leão-Rebić è una possibilità, più percorribile contro difese a 3. In situazioni così, con Kessie trequartista c'è più equilibrio. Giroud contro Bremer può fare bene perché è uno degli attaccanti più forti del campionato".

GIOCARE DOPO INTER E NAPOLI - "Sarebbe corretto in questa fase della stagione giocare in contemporanea ma non è un problema, è già successo, dobbiamo giocare da Milan e avere la mentalità vincente per pensare solo a noi stessi e alla partita".