IlMilanista.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Pioli a DAZN: “Quando non vinciamo non siamo soddisfatti”

Stefano Pioli

Ecco le parole del tecnico del Milan Stefano Pioli dopo il pareggio, per 1 a 1, del Milan contro l'Udinese ai DAZN

Redazione Il Milanista

Dopo il pareggio per 1 a 1 del Milan contro l'Udinese ai microfoni di DAZN è intervenuto il tecnico del Milan Stefano Pioli:

Su Brahim Diaz: “Non è il suo momento migliore. Ha avuto le sue occasioni. Se fai gol sali anche di prestazione, deve ritrovare la miglior condizione. Allenandosi come sta facendo tornerà ai suoi livelli”.

Sui cambi: “Sto bene anche se i giocatori non mi hanno aiutato nel primo tempo. Ho fatto i tre cambi per avere una gestione della palla più veloce e pulita e per avere più uno contro uno in fascia. Poi alla fine abbiamo cercato tanto Zlatan per trovare il pareggio e per fortuna ci siamo riusciti”.

Sono mancati gli uno contro uno? “Sicuramente quando trovi difese così piazzate gli uno contro uno fanno la differenza. C’è mancata lucidità nelle scelte. Dovevamo obbligare gli avversari a muoversi di più. Il gol che abbiamo concesso ci ha tolto fiducia e convinzioni: da questo punto di vista sono molto soddisfatto, la serata non era delle migliori e averci provato fino alla fine è sinonimo di carattere. Dobbiamo ritrovare la nostra qualità e i nostri ritmi”.

Punto guadagnato o perso? “Quando non vinciamo non possiamo essere soddisfatti totalmente, ma il punto è segnale di quanto la squadra abbia voluto nn perdere. Siamo usciti dalla Champions purtroppo, ora partiamo dai piccoli obiettivi. L’anno scorso abbiamo fatto 43 punti nel girone d’andata, ora mancano due partite e ne abbiamo 39: proveremo a fare ancora meglio”.

Su Bennacer e Bakayoko: “Il problema è che Bakatoko non doveva stare tra le linee, il nostro centrocampista non deve ricevere lì con il corpo che dava spalle alla porta. Oggi abbiamo provato a costruire con Isma che si abbassava tra i due centrali, ma non sempre ci è riuscito in modo preciso e veloce”.

Sugli Infortunati: “Quello più vicino al recupero è Giroud, ma non lo so, vediamo. Faremo anche due giorni di riposo, avremo una settimana per preparare una sfida contro un grande avversario. Vogliamo giocare una partita di qualità superiore rispetto a quella di stasera”

Su Ibra: “Ibra vuole sempre segnare e aiutare la squadra a vincere. Ci ha provato fino alla fine e ha trovato un bel gol alla fine”.