Pellegatti: “Rimane in bocca l’amaro per un pareggio al 93esimo contro un avversario che era in 10 uomini”

Ecco l’analisi di Carlo Pellegatti sul match di ieri del Milan contro la Stella Rossa

di Redazione Il Milanista
Carlo Pellegatti, noto giornalista e tifoso rossonero

MILANO – La Stella Rossa, nel match di ieri valido per i sedicesimi di finale di Europa League, ha compiuto l’impresa di bloccare il Milan al Marakana. Un pareggio arrivato solamente al 93esimo con il gol di testa di Milan Pavkov. La squadra di Pioli è partita bene provando subito a chiudere la partita. E lo avrebbe anche fatto visto i due gol segnati in 12 minuti ma annullati (uno per fuorigioco, uno per fallo di mano). E la beffa è doppia considerando che i padroni di casa hanno giocato in 10 dal 77esimo per l’espulsione di Rodic. Eppure nonostante tutto sembrasse portare alla vittoria del Milan, i serbi sono riusciti a pareggiare.

L’analisi di Carlo Pellegatti dopo il pareggio contro la Stella Rossa

Il rigore siglato da Kanga della Stella Rossa contro il Milan in Europa League
Il rigore siglato da Kanga della Stella Rossa contro il Milan in Europa League

Oggi, il noto giornalista e tifoso rossonero, Carlo Pellegatti ha caricato un video su Youtube per analizzare la partita dei rossoneri. Ecco le sue parole: “L’umore oggi non è buono perché, nonostante il risultato favorisca il Milan in vista del ritorno, rimane in bocca l’amaro per un pareggio al 93esimo contro un avversario che era in 10 uomini. Un avversario modesto, con giocatori modesti. Il Milan è 2 o 3 spanne superiori alla Stella Rossa. La squadra rossonera ha confermato di essere in un momento un po’ complicato, si è persa un po’ l’autostima perché i giocatori sono un po’ stanchi, e lo ha detto anche Stefano Pioli. I giocatori che hanno giocato tanto fino a qualche settimana fa sono un po’ fuori forma, mentre chi è rientrato da poco non è ancora al top. Questo mix di cose fa si che il Milan non sia brillante. In più, c’è stata la ricaduta a Ismael Bennacer. Ennesimo problema muscolare. È un infortunio casuale perché a livello medico è stato fatto di tutto per non forzare i tempi. Bisogna capire questi problemi muscolari da che cosa dipendono. So che c’è un po’ di malumore in questo periodo, ma un po’ di fiducia. Il derby ci dirà se possiamo puntare in alto oppure dobbiamo ricompattarci”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy